Andrej ISAKOVIC / AFP

La Ferrari non perde fiducia e ottimismo dopo il Gp d’Azerbaijan: le parole del team principal del Cavallino dopo la quarta doppietta Mercedes a Baku

Non era mai accaduto prima, la Mercedes è entrata nella storia con la sua quarta doppietta consecutiva in questa stagione 2019 di Formula 1 iniziata col botto. La Ferrari, ancora una volta, non è riuscita a mettere i bastoni tra le ruote alle Frecce Argento, che celebrano a Baku la vittoria di Valtteri Bottas, primo al Gp d’Azerbaijan, seguito dal suo compagno di squadra Lewis Hamilton e da Sebastian Vettel. E’ di Leclerc il giro più veloce: il giovane monegasco è riuscito a rimontare chiudendo la sua gara al quinto posto, alle spalle di Verstappen.

mattia binotto f1 gp cina
photo4/Lapresse

Nonostante i risultati non troppo soddisfacenti, il clima in casa Ferrari è ottimista e fiducioso: “che la Mercedes sia forte non è una sorpresa, lo sapevamo dai test di Barcellona, lo avevamo detto e sottolineato, è chiaro che però non erano queste le aspettative venendo a Baku, la vettura ieri poteva fare meglio, partire dietro e rimontare è sempre difficile, ci siamo complicati la vita, speravamo in qualche safety car che non c’è stata, loro sono comunque stati veloci, noi non avevamo il ritmo, dobbiamo analizzare i dati guardare i punti deboli e migliorare. Essere davanti aiuta, aiuta anche per l’utilizzo delle gomme, quando si è nella mischia è più difficile, le qualifiche è vero che in piste come queste si può superare ma è sempre più facile se si è davanti“, ha commentato Mattia Binotto ai microfoni Sky al termine della gara di oggi.

binotto
photo4/Lapresse

Credo che il modo di lavoro non cambierà, bisogna sempre migliorare se stessi, capire i punti deboli e cercare di andare oltre, dobbiamo cercare di spingere su qualche scelta ed essere più aggressivi sullo sviluppo, ma credo che questo sia il lavoro normale. Leclerc andava bene, aveva le gomme medie, ha fatto una bella gara, analizzeremo tutti i dati, ha perso alcune posizioni in partenza, ma poi ha fatto un buon recupero, dobbiamo guardare nell’assoluto, nella prestazione in assoluto di questo weekend e poi lavorare. Lo spirito in Ferrari è buono è positivo abbiamo voglia di far bene e di vincere, si lavora in modo unito e questa è la ricetta giusta, pensavamo di essere più competitivi in questa prima parte di stagione e così non è stato ma rimangono ancora tante gare. Le gomme sicuramente non sono facili da interpretare, bisogna essere bravi“, ha aggiunto il team principal Ferrari.

Andrej ISAKOVIC / AFP

Ci sentiamo in lotta per il mondiale, sono 4 gare ma abbiamo altre 17 opportunità per far bene e dimostrare di essere bravi, non facciamo calcoli, per noi stessi e per i tifosi. Ogni nuova gara è una nuova opportunità“, ha concluso Binotto.