LaPresse/Photo4

L’ex pilota canadese si è soffermato sulla situazione che si respira in Ferrari, esprimendo il proprio punto di vista

I cattivi risultati ottenuti dalla Ferrari in questo avvio di stagione stanno demoralizzando i tifosi, che mai si sarebbero aspettati un gap di queste dimensioni dalla Mercedes dopo quattro gare.

photo4/Lapresse

L’aria che si respira a Maranello appare al momento tranquilla, ma dietro la coltre di tranquillità potrebbero celarsi i primi malumori. Ne è convinto Jacques Villeneuve, soffermatosi principalmente sulla figura di Leclerc subito dopo il Gp di Baku“se fosse partito davanti sarebbe stata tutta un’altra gara, ma il suo passo con le gomme medie era deludente se rapportato a quello di Pierre Gasly alla fine del primo stint. Charles non ha ancora l’esperienza per spingere una squadra come la Ferrari, perché commette errori. Aver messo un giovane in squadra ha sicuramente dato fastidio a Vettel, perché gli ricorda l’epoca della convivenza con Ricciardo. Si è visto col testacoda in Bahrain e con il team radio della Cina, quando ha detto che era più veloce, ma nei fatti non lo è stato. Quest’anno questo binomio è dannoso per la Ferrari, il prossimo anno andrà meglio. Tutti vogliono vedere Leclerc campione, quando sbaglia viene difeso sia dai tifosi che dai media. Se l’avesse commesso Vettel quell’errore, l’avrebbero completamente distrutto. C’è uno sbilanciamento, che potrebbe creare un problema nella squadra”.