Photo4/LaPresse

Il pilota della Ferrari ha commentato l’incidente che lo ha visto protagonista nel corso delle Q2 delle qualifiche del Gp di Baku

Si prende tutta la responsabilità Charles Leclerc per l’incidente avuto nel corso delle qualifiche di Baku, un botto che comunque gli permetterà di partire dalla nona posizione in griglia.

Un errore da rookie, come ammesso dallo stesso pilota della Ferrari ai microfoni di Sky Sport F1: “è tutta colpa mia, non mi sono accorto di quello che stesse accadendo finché sono entrato in curva, poi non c’è stato più niente da fare. Sono stato stupido come ho detto, lo penso veramente. Non devo fare così, il team e la gente meritano di più. Ci hanno dato tanto supporto, ma io ho buttato tutto nel cestino. E’ colpa mia, domani spero di tornare più forte, oggi non sono stato all’altezza e sono molto arrabbiato con me stesso soprattutto per il week-end che abbiamo avuto finora. C’era il potenziale per fare la pole position, è tutta colpa mia. Il primo giro era andato bene con la gomma gialla, nel secondo ho bloccato dunque le gomme non c’entrano. Domani è un altro giorno, spingerò per farlo diventare positivo“.