photo4/Lapresse

Il pilota britannico ha parlato dei concitati momenti della partenza del Gp di Baku, svelando un piccolo retroscena

Mai la Mercedes aveva iniziato così bene un Mondiale, anzi mai nessuno nella storia della Formula 1 aveva piazzato le proprie macchine davanti a tutti nei primi quattro Gran Premi.

photo4/Lapresse

Un avvio pazzesco, che permette alle Frecce d’Argento di dominare sia la classifica Costruttori che quella piloti, dove Bottas guida con un punto di vantaggio su Hamilton. Il britannico ammette di aver perso la gara al via, ma le cose sarebbero andate diversamente se avesse avuto davanti una Ferrari: “sono stato un po’ troppo amichevole con Valtteri al via, ne avevamo parlato prima della gara, da gentiluomini. C’è molto rispetto tra noi. Avevamo il permesso di combattere tra noi fino alla fine, ma se davanti a me ci fosse stata una Ferrari le cose sarebbero andate in un altro modo. Bottas ha fatto un lavoro eccezionale, ha veramente meritato la vittoria. È stato un grande risultato di squadra. Oltretutto in un gran premio che tradizionalmente per noi non è tra i migliori. È il miglior inizio di stagione che abbiamo avuto, Valtteri ha chiaramente fatto un passo avanti, il che ci porta a superarci l’un l’altro. Ed è esattamente così che dovrebbe essere sempre. Anche se prima o poi mi aspetto che le Ferrari si rimettano tra noi. In questo stesso fine settimana avevano la prestazione per riuscirci. Potevano andare in prima fila con tutte e due le macchine. Seb, se avesse avuto una scia, avrebbe guadagnato 4 o 5 decimi e avrebbe fatto la pole. E allora la gara sarebbe stata anche più emozionante“.