Clamoroso retroscena in merito alle dimissioni di Magic Johnson dai Los Angeles Lakers: Jeanie Buss e Rob Pelinka si scambiavano delle e-mail nelle quali veniva criticato il suo operato, una di esse è finita, inavvertitamente, nella casella di posta dell’ex presidente

Le dimissioni di Magic Johnson dai Los Angeles Lakers sono arrivate come un fulmine a ciel sereno. L’ex plenipotenziario giallo-viola non aveva dato alcun segnale del suo addio e il suo operato era stato comunque apprezzato da tifosi e dirigenza. O forse no… Secondo il giornalista Rich Bucher, ci sarebbe un clamoroso retroscena alla base dell’addio di Magic Johnson: una serie di e-mail scambiate fra Jeanie Buss e Rob Pelinka, nelle quali veniva criticato l’operato di Magic. Una di essa sarebbe stata inoltrata, inavvertitamente, proprio all’indirizzo di Magic Johnson venuto quindi a conoscenza della verità: “da quello che ho capito c’era una conversazione via e-mail tra loro due critica nei confronti di quello che stava o non stava facendo Magic Johnson nel suo ruolo di presidente. Era una sorta di protocollo interno che qualsiasi cosa riguardasse le operazioni dei Lakers fosse inoltrato da Jeanie anche a Magic, per tenerlo informato, ma ovviamente il tipo di conversazioni con Pelinka avrebbero dovuto restare private e invece sono arrivate sullo smartphone di Magic, che si è ritrovato a leggere dei messaggi di Rob a Jeanie critici nei suoi confronti, senza soprattutto nessuna presa di posizione a sua difesa assunta dalla proprietà”.