Raoul Bova racconta il nuoto italiano in un film: “con la storia di Bortuzzo”

raoul bova magnini rosolino

Raoul Bova porta sullo schermo il nuoto italiano: l’attore vuole raccontare quattro grandi campioni, senza tralasciare importanti fatti di cronaca come l’incidente di Bortuzzo

Sono passati circa due mesi dal terribile incidente di Manuel Bortuzzo. La giovane promessa del nuoto azzurro è stato sparato, sembra per errore, da alcuni ragazzi scappati in scooter, che lo avrebbero scambiato per un altro ragazzo col quale avevano avuto da ridire in un locale poco tempo prima.

Il giovane nuotatore è sopravvissuto, ma ha perso l’utilizzo degli arti inferiori. Nonostante ciò vuole continuare ad allenarsi e a fare ciò che più lo appassiona, nuotare. In attesa di vedere Bortuzzo tornare al pieno delle sue forze, Raoul Bova ha deciso di voler raccontare la sua storia.

Stiamo terminando la sceneggiatura, uno dei campioni è Massimiliano Rosolino, l’altro è un nuotatore che poi è diventato attore. Ho conosciuto Bortuzzo e sono sicuro che tornerà a nuotare“, ha dichiarato l’attore italiano durante la prima giornata dei 41/i Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento. Bova ha intenzione raccontare il nuoto italiano attraverso quattro grandi campioni “incrociando anche la cronaca, con la storia di Manuel Bortuzzo“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35646 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery