Mattia Ozbot - LaPresse

In attesa di ottenere la salvezza, l’ad del Bologna ha parlato del futuro di Mihajlovic e delle intenzioni del presidente Saputo

Il rinnovo dell’allenatore? Prima di pensare al futuro bisogna concentrarsi sul presente. La salvezza,come ha detto anche Mihajlovic, non è stata ancora conseguita e aspettiamo i punti necessari per poi progettare il futuro“.

LaPresse/Massimo Paolone

E’ il pensiero dell’amministratore delegato del Bologna, Claudio Fenucci: “siamo tornati in A 4 anni fa con una squadra di 4-5 tesserati in rosa ricostruendo un percorso che è stato complesso e abbiamo lottato sempre per la salvezza” le parole dell’ad rossoblù ai microfoni di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio 1. “Se si raggiunge la salvezza il periodo di consolidamento è finito, si potrà guardare con ambizioni diverse al campionato. Se si avrà, come la società vuole, la forza costruire un progetto ambizioso alla fine si convincerà anche Mihajlovic a fare questo percorso assieme a noi. Che Mihajlovic sia l’uomo giusto credo ci sia l’oggettività dei risultati a dirlo, oltre ai rapporti eccezionali creati. Si trova bene, ha la massima libertà di esprimere le proprie idee e convinzioni, possiamo convincerlo solo con un progetto adeguato alle sue ambizioni, cosa che il presidente Saputo ha intenzione di fare dopo un periodo di assestamento. Non si accontenterebbe di vivacchiare in serie A, ma comunque sta anche a lui e rispetteremo le sue scelte”, conclude. (Int/AdnKronos)