diagnosi auto

l’automobile è oramai giunta ad un cambiamento cruciale e con lei devono trasformarsi gli strumenti di lavoro delle officine

Con la diffusione dei modelli elettrici puri ed elettrificati, la trasformazione della mobilità, sta comportando anche radicali cambiamenti nel mondo dell’assistenza e della riparazione, anche perché  la manutenzione delle auto con sistemi a batteria richiede programmi di controllo e competenze specifiche che possono anzi sono più complesse rispetto ai veicoli con motore termico. I tecnici del settore saranno costretti ad aggiornarsi ed evolvere le loro competenze, saranno fondamentali le certificazioni High Voltage Safety e l’uso di specifici equipaggiamenti PPE (Personal Protection Equipment), visto che le tensioni possono arrivare fino a 1000 Volt. Recentemente il Gruppo tedesco Hella Gutmann, ha presentato nuovi strumenti di lavoro. Il software di diagnosi Mega Macs di Hella Gutmann consente di analizzare oltre 50mila diverse varianti di oltre 300 auto ibride e 113 elettriche pure, nelle gamme di Audi, Bmw, Chevrolet, Citroen, Honda, Hyundai, Kia, Lexus, Mercedes, Mitsubishi, Nissan, Opel, Peugeot, Porsche, Renault, Smart, Toyota, Volvo e Volkswagen.
Questo strumento comunica, come le precedenti diagnostiche, con le centraline elettroniche (ECU).
Le fasi di lavoro, che per ragioni di sicurezza devono essere eseguite solo da personale addestrato alla operare sui con impianti ad alta tensione, sono evidenziate da messaggi di avvertenza, come d’altronde i sistemi precedenti.

I meccanici di domani saranno in costante aggiornamento, avranno competenze tecniche più specifiche e difficilmente avranno le mani sporche di grasso ed olio ma più probabilmente avranno penne usb e algoritmi, l’unica cosa che materialmente rimarrà invariata della meccanica delle auto saranno le sospensioni.