alvaro bautista
Matte CAVADINI

Il pilota della Ducati conquista la vittoria in Gara-1 a Buriram, precedendo sul traguardo il solito Jonathan Rea

Alvaro Bautista non si ferma più, conquistando in rimonta Gara-1 del Gp della Thailandia. Il pilota della Ducati centra così la quarta vittoria in altrettante gare quest’anno, interrompendo almeno per il momento il dominio di Jonathan Rea, secondo al traguardo dopo un duello esaltante proprio con Bautista.

Archiviato il triplo successo in Australia, il rider della Casa di Borgo Panigale ricomincia da un trionfo anche a Buriram, interrompendo il dominio Kawasaki al Chang International Circuit che resisteva da quattro anni (6 successi di Rea, uno di Sykes e uno di Davies). Come se non bastasse, Bautista si prende anche la sua prima Superpole, fermando il crono sull’1:32.814 e disintegrando il precedente record della pista di quasi un secondo. Un avvio coi fiocchi, a cui Bautista proverà a dar seguito anche nelle gare di domani. Detto del secondo posto di Rea, completa il podio di giornata Alex Lowes con la sua Yamaha, mentre chiude sesto Marco Melandri.