Alfredo Falcone/LaPresse

L’allenatore giallorosso ha analizzato la vittoria ottenuta sull’Empoli, soffermandosi anche sulle condizioni di Zaniolo

La Roma batte l’Empoli 2-1 nel posticipo della 27ª giornata, permettendo così a Claudio Ranieri di festeggiare il ritorno sulla panchina giallorossa con una vittoria. All’Olimpico i padroni di casa sbloccano il risultato al nono minuto con El Shaarawy e regalano il momentaneo pareggio ai toscani con l’autorete di Juan Jesus tre minuti dopo.

Alfredo Falcone/LaPresse

E’ di Schick, intorno alla mezz’ora, la rete che vale il 2-1 che fa felice il neo allenatore giallorosso. “Mi fa stare concentrato e positivo il fatto che era una partita difficile senza tanti uomini – le parole di Ranieri a Sky Sport – formare una squadra senza pezzi da 90 non era facile. Voglio fare i complimenti alla squadra perché anche in dieci è stata compatta. Del gol annullato ero sicuro perché si vedeva che l’aveva presa con la mano, un grosso grazie ai tifosi che ci sono stati vicini. L’infortunio di Zaniolo? Mi ha detto che il polpaccio si era solo indurito. Ho scelto lui per non rischiare Perotti, perché tornato da un lungo infortunio. Nicolò mi ha detto che stava bene e poi in partita si è infortunato, ma non dovrebbe essere nulla di grave. Per quanto riguarda Florenzi, è un ragazzo che ha carattere. Ha giocato con un problema al ginocchio, ma voleva esserci. Ha fatto di tutto per fermarsi. Vorrei capire la prima ammonizione di El Shaarawy e la sua espulsione. Mi è sembrato troppo severo il cartellino rosso”.