AFP PHOTO / Marco BERTORELLO

Peter Sagan si sente più tranquillo e meno ‘obbligato’ a dimostrare il suo valore: lo slovacco convinto che nella vita esistano cose più importanti del ciclismo

Dopo tre titoli iridati, sei maglie verdi conquistate al Tour de France e le oltre cento vittorie complessive ottenute in carriera, Peter Sagan sente di avere meno pressione su di se. Il leader della Bora-Hansgrohe, intervistato da ‘Ciclismo a Fondo’, ha spiegato di essersi sentito in passato “più stressato” e con “più pressione alle spalle”, mentre adesso si sente più tranquillo e non più obbligato a dover dimostrare il suo valore. Sagan ha dichiarato: “con quello che ho conquistato sinora mi sento più tranquillo. Non sono più un giovane che sente che a ogni tappa e corsa deve dimostrare qualcosa. Il mio punto di vista in questo momento è vivere la vita e godermela appieno, essere felice. Se vinco una corsa in più o in meno non cambia niente. […] A volte la chiave è non ossessionarsi sulle cose. L’unica cosa certa come essere umani è che un giorno dobbiamo morire. […] C’è altro da fare nella vita, non solo il ciclismo”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE