LaPresse/Reuters

Grazie ai 34 punti segnati nella notte contro i Celtics, Lou Williams è diventato il miglior marcato NBA in uscita dalla panchina

Negli sport di squadra generalmente si tende a dare importanza unicamente ai titolari, ma spesso sono le riserve a fare la differenza. Nel basket il ruolo della panchina è fondamentale, spesso per qui giocatori che ricoprono il ruolo ideale di sesto uomo, per certi versi una sorta di titolare aggiunto, capace di fare la differenza in uscita dalla panchina. Lou Williams incarna perfettamente questo concetto. Grazie ai 34 punti messi a segno nella notte contro i Celtics, il tiratore dei Clippers ha superato Dell Curry nella speciale classifica dei marcatori in uscita dalla panchina, diventando il migliore della storia. Per Lou Williams sono 11.154 i punti segnati ‘off the bench’: “ci è voluto un po’ di tempo, ho avuto qualche risentimento. Se pensi che io dovessi uscire dalla panchina allora ti metterò nella posizione di provare a dimostrare che hai torto. Poi, dopo un po’, ha cominciato a essere divertente e negli anni è diventato la mia specialità. Ho sempre accettato il mio ruolo. Penso che questo sia parte di ciò che lo rende speciale. Che sia anche una parte della mia legacy. Questo è una parte di ciò per cui la gente mi ricorderà, quindi farò meglio a essere il migliore”.