(LaPresse/Efe)

Dirk Nowitzki bacchetta i giovani: troppa attenzione data ai social e poca al coach, con i like e la popolarità non si vince

Dirk Nowitzki ha raggiunto nella notte la 1505ª partita in NBA, diventando il terzo giocatore con più presenze nella storia della lega. Il campione tedesco ha esperienza da vendere ed ha visto diverse generazioni passare dallo spogliatoio dei Mavericks. I giovani di oggi però, non lo convincono: troppo attenti ai social e troppo poco a carpire i segreti dei grandi. Nowitzki non ha usato mezze misure nel bacchettarli: “non so se vincere sia bello quanto avere follower e mettere mi piace su Instagram o Twitter. Sono d’accordo, 20 anni fa le persone non usavano i cellulari o li usavano molto poco e non è tutta colpa dei social media, però un tempo i ragazzi si sedevano in spogliatoio per ascoltare il coach, con una tensione ed un’attenzione incredibile. Ora ci sono 15 ragazzini con i cellulari in mano. Sinceramente non so se i giovani d’oggi pensano più ad essere popolari sui social che a vincere le partite!”.