LaPresse/EFE

DeMarcus Cousins, sempre sopra le righe, si è lanciato in un particolare paragone: l’NBA e la vita all’interno dello spogliatoio Warriors sono come una soap opera

DeMarcus Cousins è un giocatore sempre sopra le righe. ‘Boogie’ ha un talento eccezionale, ma anche un carattere abbastanza fumantino che lo porta spesso a ‘fare a botte’ con avversari (e qualche volta anche compagni) e la maggior parte delle volte a dire qualsiasi cosa gli passi per la testa, senza farsi alcun problema.

Le ultime dichiarazioni che hanno attirato l’attenzione dei media, non sono state bollenti, ma… strane. Cousins ha paragonato la sua stagione attuale nello spogliatoio Warriors, fra un litigio (tra compagni, lui questa volta non c’entra!), alti e bassi sul parquet e la prima piazza nella Conference, alla trama di una soap opera: “ce n’è una al giorno. È come quando ero bambino e mia nonna guardava questo programma in tv. Sono sicuro che ne abbiate sentito parlare: ‘Così gira il mondo’. (serie tv americana andata in onda dal 1956 al 2010!) Lei lo chiamava ‘la mia storia’. ‘Devo guardare la mia storia’ diceva. Io lo guardavo con lei, e in ogni episodio succedeva qualcosa. Questo è quello che siamo diventati: ‘Così gira il mondo’”.