AFP/LaPresse

Lorenzo Insigne a cuore aperto: dall’addio di Hamsik al suo nuovo ruolo di capitano del Napoli

Ha fatto la storia del club, ha superato Maradona nei gol da centrocampista, è solo da prendere ad esempio. Io sono orgoglioso di aver giocato con lui“. Il capitano del Napoli, Lorenzo Insigne, rende merito al suo predecessore Marek Hamsik, che dopo oltre 10 anni in maglia azzurra è andato a giocare in Cina. “E’ un campione in campo e fuori dal campo, non ha mai detto una parola fuori posto, non si è mai lamentato per un cambio, per una panchina in un big match -aggiunge Insigne ai microfoni di Sky Sport-. Ha sempre dato il massimo e questo fa di lui un esempio, dobbiamo solo dirgli grazie“.

Cafaro/LaPresse

Indossare la fascia a Napoli, da napoletano, non capita tutti i giorni. Io sono diventato capitano da poco, dopo la partenza di Hamsik, e ne sono orgoglioso. Voglio rappresentare il popolo azzurro e spero che la indosserò per tanti anni“, continua il 27enne partenopeo.

All’inizio nessuno prevedeva noi nelle posizioni per la Champions, invece siamo stati noi la squadra che ha dato maggior fastidio alla Juve. Prima o poi ci toglieremo le soddisfazioni”, aggiunge

Loro hanno una grande rosa, basti pensare che a volte in panchina ci sono Cancelo, Douglas Costa e altri -conclude Insigne-. La nostra non è da meno, ma loro sono un po’ più avanti. Siamo stati un po’ sfortunati con Chievo, Torino e Fiorentina in cui siamo stati poco cattivi sotto porta. E’ il primo anno che Ancelotti è con noi, ci sono allenamenti diversi e un modulo nuovo“. (Spr/AdnKronos)

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE