valentino rossi
AFP/LaPresse

Valentino Rossi non nasconde la sua preoccupazione al termine della prima giornata di lavoro in pista per le prime due sessioni di prove libere del Gp del Qatar

La prima giornata in pista ha regalato tanto spettacolo e forti emozioni. Al termine della prima sessione di prove libere della categoria regina, in Qatar è stato Valentino Rossi a piazzarsi davanti a tutti. La seconda sessione di prove libere, però, non sono state altrettanto soddisfacenti per il nove volte campione del mondo, che non è riuscito a far meglio del 17° tempo.

valentino rossi
AFP/LaPresse

E’ stata una giornata un po’ strana perché nel primo turno sono andato molto bene ed ero addirittura primo, invece nel secondo turno abbiamo avuto più problemi. Non abbiamo modificato tanto la moto, ma abbiamo avuto problemi con la gomma davanti, che si è rovinata tanto e quindi non ero veloce. Il problema è che al momento non sono in Q2, quindi dovrò provarci in FP3, ma sarà dura perché le condizioni saranno più difficili. Soprattutto però dobbiamo trovare un bilanciamento migliore della moto per essere più competitivi“, ha infatti ammesso Valentino Rossi a Motorsport.

AFP/LaPresse

Andare direttamente in Q2? L’anno scorso era stato impossibile, però le condizioni erano molto brutte. In realtà oggi nella FP1 siamo andati forte, ma meno rispetto al turno della sera. Il problema è che adesso per entrare in Q2 bisogna fare meglio di 1’54″4, che è già un tempo molto veloce. Nella FP3 sarà difficile, ma ci proveremo e vediamo. I turni sono sempre molto livellati: stamattina eravamo 18 piloti in un secondo, quindi se non riesci a guidare sempre al limite, è un attimo ritrovarsi quasi ultimo. Vediamo domani. Stasera è successo qualcosa di abbastanza strano, ma sono un po’ preoccupato perché è molto più importante essere veloce alla sera, quando ci sarà la gara“, ha aggiunto il Dottore.