AFP/LaPresse

Lo spagnolo ha commentato il Gp del Qatar, concluso al tredicesimo posto e lontano dai migliori

Un Gp del Qatar complicato per Jorge Lorenzo che, al debutto in sella alla Honda, non è riuscito ad andare oltre il tredicesimo posto finale. Una risultato alquanto deludente per il maiorchino, costretto ad ingoiare un boccone amaro considerando il secondo posto di Marquez.

AFP/LaPresse

Interrogato nel post gara, lo spagnolo si è difeso: “abbiamo cambiato il sistema della frizione, perché stavo pattinando molto, ma questo mi ha fatto fare un passo indietro. Ho dovuto fare diversi giri usando il gas a metà per non bruciarla. Il mio potenziale era migliore del 13esimo posto. E’ stata una gara di sopravvivenza per tutti, molto lenta, ma nonostante questo non sono potuto stare con i migliori. Dopo l’incidente è tutto peggiorato, mi ha limitato molto, perché mi ha fatto perdere fiducia. Abbiamo avuto un sacco di cose negative questo fine settimana, ma senza la caduta penso che sarei partito in seconda o in terza fila e con molta più forza fisica. Sono sicuro che i risultati arriveranno presto se non avremo sfortuna. Sono un po’ preoccupato per la mia schiena, perché sono caduto sul costato. Ho dolori in tre o quattro parti del corpo. Spero di migliorare in vista dell’Argentina, perché per fortuna non ho niente di rotto“.