rins
AFP/LaPresse

Alex Rins mastica amaro dopo il quarto posto con il quale ha terminato il Gp del Qatar: il pilota Suzuki convinto di poter fare di meglio, ma penalizzato dalla strategia di Dovizioso

Per Alex Rins la prima gara del calendario di MotoGp si è conclusa con 4° posto. Il pilota Suzuki, apparso molto veloce fin dai test invernali, si è confermato sul circuito di Losail anche in gara ufficiale, piazzandosi però solo ai piedi del podio. Un risultato che non soddisfa lo spagnolo che ha passato gran parte della gara a lottare con Andrea Dovizioso per la leadership della corsa. La differenza, a favore del pilota italiano (poi vincitore della corsa), l’ha fatta il rettilineo e la strategia di Dovizioso che ha puntato a ‘tenere a bada’ Rins sfruttando la maggior velocità della sua Ducati.

Al termine della corsa Rins si è detto molto arrabbiato per il risultato ottenuto: “sono arrivato al box molto frustrato, perché pensavo di avere il potenziale per vincere la gara. La Suzuki ha i suoi punti di forza, ma ne ha anche alcuni deboli. Questo circuito ha un rettilineo molto lungo e lo sapevamo, quindi ho cercato di stare davanti nelle curve. Sapevamo che sarebbe stato difficile ed è per questo che siamo contenti della gara che abbiamo fatto. Le mie gomme hanno lavorato perfettamente. Alla fine, Dovi ha giocato con me. Ero molto incazzato dentro al casco…“.