LaPresse/Reuters

L’ex gm dei Cavs, David Griffin, ha svelato un clamoroso retroscena di mercato risalente al 2016: i Cleveland Cavaliers sono stati vicini alla firma di Kevin Durant

Non credo ci siano sogni troppo grandi nella NBA”, con queste parole, David Griffin, ex gm dei Cleveland Cavaliers, ha svelato un clamoroso retroscena di mercato. Correva l’anno 2016 e i Cavs si erano appena laureati campioni NBA battendo i Golden State Warriors nella strepitosa finale che li aveva visti rimontare lo svantaggio di 3-1. Griffin e il suo staff erano pronti a creare una vera e propria dinastia in Ohio: per farlo, avevano deciso di fare all-in su Kevin Durant in uscita dai Thunder. Griffin non ha svelato le modalità attraverso le quali i Cavs avrebbero provato l’assalto a KD, visto comunque il poco margine salariale presente all’epoca, ma con Durant e LeBron nella stessa squadra, probabilmente non sarebbe mai esistita la legacy Warriors e forse LeBron sarebbe ancora il Re di Cleveland, con qualche anello in più.