Hamsik
Marco Alpozzi/LaPresse

Qualche difficoltà di troppo per Marek Hamsik nelle sue prime settimane in Cina: il padre dello slovacco dà la colpa al clima e alle diverse condizioni di allenamento

La trattativa che ha portato Marek Hamsik lontano dal Napoli è stata una delle più sorprendenti e intricate del calciomercato invernale. Il centrocampista slovacco era stato praticamente ceduto ai cinesi del Dalian Yifang, prima che dei problemi con i pagamenti facessero saltare temporaneamente la trattativa proprio sul più bello. Successivamente i due club hanno trovato l’accordo definitivo che ha portato Hamsik in Cina. La sua esperienza asiatica però non è iniziata nel migliore dei modi. Tante le differenze rispetto all’Italia, lo conferma il padre del calciatore all’emittente slovacca Sport24: “a causa della differenza di clima e delle condizioni di allenamento, Marek ha riscontrato qualche difficoltà. Il Dalian comunque ha un gran centro sportivo e continuerà a crescere come società. Si troverà sicuramente bene, ha un carattere non conflittuale e permetterà a tutti di emergere. Il cinese? Non credo lo studierà, servirà un interprete”.