AFP/LaPresse

Il club inglese ha creato questo fondo per andare incontro alle famiglie delle persone coinvolte in questa triste vicenda

Il Manchester City ha istituito un fondo per risarcire le vittime di abusi sessuali perpetrati da Barry Bennell, l’ex allenatore delle giovanili condannato a 30 anni per abusi, a capo della scuola calcio dei ‘citizens’ dal 1976 al 1984. E’ quanto riporta il quotidiano britannico ‘Guardian‘. Potrebbero essere una quarantina gli ex allievi della scuola calcio che richiederanno il risarcimento per le violenze subite da Bennell finito in carcere 4 volte, una negli Stati Uniti.

I soldi verranno stanziati anche per le vittime di John Broome, un altro ex allenatore delle giovanili accusato di pedofilia e morto nel 2010. Al momento le persone uscite allo scoperto e che hanno avuto il coraggio di denunciare Broome per “gravi abusi sessuali, incluso lo stupro”, sono 9. Il City ha esortato chiunque abbia subito violenze a farsi avanti. (Spr/AdnKronos)