massimiliano allegri
LaPresse

L’allenatore bianconero ha parlato dopo il successo sull’Udinese, soffermandosi anche sul prossimo impegno di Champions con l’Atletico Madrid

Il successo con l’Udinese permette alla Juventus di approcciarsi in modo perfetto al match di Champions League con l’Atletico Madrid, con cui servirà una partita perfetta per ribaltare il 2-0 dell’andata.

De Sciglio, Juventus
LaPresse/Fabio Ferrari

Allegri resta fiducioso, ma deve fare i conti con l’assenza di De Sciglio, ma recupera alcune pedine fondamentali come Douglas Costa, molto utile soprattutto nell’uno contro uno. Interrogato ai microfoni di Sky Sport dopo il successo di ieri, l’allenatore bianconero ha sottolineato: “De Sciglio difficilmente sarà recuperabileho solo Cancelo, a destra o a sinistra bisogna mettere qualcuno. Spinazzola o Caceres se giochiamo con la difesa a tre, ma ho anche un altro po’ di soluzioni. Douglas Costa? E’ quasi recuperato e sarà a disposizione. Serve una partita tecnica e d’ampiezza. Può durare anche 120 minuti. Bisognerà avere lucidità e precisione. Dobbiamo essere fiduciosi. Credo che in questi quattro anni e mezzo abbiamo lavorato molto bene arrivando sempre alla fase finale della Champions, giocandoci due volte la finale. Sono stati create aspettative troppo ampie, ma giocare la Champions deve essere un divertimento. Se non riusciamo a vincerla quest’anno, magari ci riproveremo l’anno prossimoAbbiamo acquistato consapevolezza in noi stessi e nell’ambiente, se dovessimo uscire non sarà un fallimento“.

Marco Alpozzi/LaPresse

Il discorso poi si sposta sull’Udinese: “l’avevamo preparata bene, ora ci mancano cinque vittorie al di là di quello che farà il Napoli. 75 punti sono una bella quota. Però bisogna migliorare singolarmente nei controlli e nel giocare più verticale. Ma sono giovani e possono migliorareKean? ha fatto bene a rimanere, è molto bravo ad attaccare la porta. Deve migliorare nei movimenti e nei controlli, ma è un ragazzo del 2000 e ha ancora tanto da imparare. Il mio futuro? Ci sono abituato a sentire cose su di me, mi viene da ridere. Per quanto mi riguarda il rapporto con la Juve rimane intatto indipendentemente da come andrà contro l’Atletico. Ho un gran rapporto con tutti, abbiamo fatto un grandissimo lavoro e stiamo andando verso l’ottavo scudetto. Credo che la storia non finisca“.