AFP/LaPresse

Il portoghese ha ammesso di trovarsi a meraviglia in Italia, sottolineando di non avere nostalgia di Spagna e Portogallo

Cristiano Ronaldo si dice “felice in Italia” e sottolinea di non avere nostalgia della Spagna, anche se lì ha lasciato “molti amici e un grande club” come il Real Madrid.

AFP/LaPresse

In un’intervista alla Dazn spagnola il fuoriclasse portoghese parla della sua esperienza a Torino con la Juventus in termini positivi e si dice sorpreso dalla qualità della serie A, il campionato “più difficile per gli attaccanti“. E sulla sfida di stasera con l’Atletico Madrid sottolinea: “sono tra i candidati a vincere la Champions, sappiamo che sarà difficile ma se la Juve gioca bene passeremo il turno“. Dopo avere confessato nei giorni scorsi la sua nostalgia per la gente di Madrid, il cinque volte Pallone d’Oro precisa che anche la sua avventura in Italia sta procedendo nel migliore dei modi: “il bilancio è molto positivo e io mi sento bene. Mi sono adattato al campionato italiano, che secondo me è il più difficile per gli attaccanti. E’ un campionato con molta qualità, non me lo aspettavo. Sono felice, così come la mia famiglia e i miei figli. Tutto è positivo. Non mi mancano né la Spagna né il Portogallo. Ovviamente ho lasciato molti amici e un grande club che mi ha dato affetto. Ma non mi manca il paese, perché in Italia ho le stesse cose. Non è stato difficile per me“. E ancora, sulle differenze tra la serie A e la Liga: “in Serie A è più difficile segnare, la Liga è più aperta e le squadre rischiano di più. Qui la priorità è difendere bene e poi attaccare. Ho giocato anche in Inghilterra per cinque anni e credo che la serie A sia il campionato dove è più difficile fare gol“. (Spr/AdnKronos)