spalletti inter
Marco Alpozzi/LaPresse

L’allenatore toscano ha parlato dopo la vittoria sulla Spal, soffermandosi anche sul caso relativo a Mauro Icardi

Una vittoria liberatoria, che permette all’Inter di mantenere il contatto con il Milan ad una settimana dal derby con il Milan che vale il terzo posto.

Spada/LaPresse

Soddisfatto Luciano Spalletti per la prova dei nerazzurri, riusciti solo nel secondo tempo a regolare i propri avversari con i gol di Politano e Gagliardini“è stata una vittoria di carattere, una qualità che ci appartiene e che dobbiamo sempre tirare fuori. Lo abbiamo dimostrato anche in Europa League. All’inizio ci siamo fatti prendere dall’emozione e dalle difficoltà. A volte ci succede, ma attenzione a non confondere la timidezza con la paura: siamo l’Inter, dobbiamo provare a vincere sempre” le parole di Spalletti a Sky Sport. “Dopo il gol, Gagliardini è diventato tutto un altro calciatore. Ma anche DalbertJoao Mario: tutti erano rientrati in possesso delle loro qualità. Poi grande prestazione di Lautaro. Icardi? Di lui non parlo, perché ogni cosa che dico viene tradotta male. Noi dobbiamo rimanere uniti per vincere, conta solo quello”.