verstappen
Photo4/LaPresse

Le sensazioni di Max Verstappen alla vigilia del primo Gp della stagione 2019 di F1: le parole dell’olandese della Red Bull nella conferenza stampa del Gp d’Australia

La stagione 2019 di F1 sta per iniziare, i piloti sono pronti nella terra dei canguri per sfidarsi nel Gp d’Australia. Il weekend di gara è iniziato con una terribile notizia: è morto Charlie Whiting. Una scomparsa che lascia team e piloti sconvolti, ma che dà loro sicuramente un motivo in più per far bene.

LaPresse/Photo4

Non poteva che iniziare con un pensiero a lui dedicato, quindi, la conferenza stampa piloti: “è stato un grosso shock, anche perchè ho passato una giornata con lui a Ginevra un paio di settimane fa, abbiamo fatto una bella chiacchierata riguardo tanti argomenti e quando sono andato via gli ho detto ci vediamo in Australia, aveva solo 66 anni, questo ci insegna che dobbiamo apprezzare la vita. Al momentp la cosa più importante è che i nostri pensieri vadano ai suoi amici“, ha raccontato Max Verstappen.

L’olandese della Red Bull si è poi focalizzato sul lavoro fatto nei test: “sicuramente il test invernale è stato positivo, non abbiamo avuto troppi problemi, sono stato molto contento di come abbiamo lavorato insieme è stato un buon inizio, anche integrare il motore col telaio non ci ha dato problemi, questo mi rende contento, sono riuscito a girare quasi tutti i km previsti, ma a livello di prestazioni è difficile giudicare a che punto siamo, siamo contento, si può sempre andare meglio, ma questo vale per tutti, ma in tutto l’inizio della stagione capiremo a che punto siamo. tutti siamo molto motivati e ottimisti e concentrati sul nostro lavoro“.

verstappen
photo4/Lapresse

Non poteva mancare un commento sulla novità di assegnare un punto al pilota che compirà il giro veloce: “credo che possa essere qualcosa di positivo, ma magari può anche andarti contro quando si lotta per il titolo ma solo il tempo potrà dirlo“.

Verstappen ha poi in qualche modo zittito i giornalisti: “qualcosa sarebbe potuto andare meglio nei test ma non posso entrare nei dettagli. Pausa invernale? Un periodo di relax da passare alla famiglia e agli amici, dopo di che ci si allena, sono successe cose più entusiasmanti, altre meno, ma devo condividerle con voi? Non credo proprio“.