AFP/LaPresse

Durante il filming day della Ferrari, Vettel si è reso conto che la sua SF90 è realmente disegnate secondo le sue esigenze: una particolarità ha fatto capire al tedesco di potersi giocare seriamente il Mondiale

In casa Ferrari quest’anno non si può sbagliare. Tocca spezzare il dominio di Hamilton che rischia seriamente di vincere il 6° titolo personale che corrisponderebbe al 6° consecutivo della Mercedes, primato che supererebbe quello stabilito dalla Ferrari pentacampione con Schumacher da 2000 al 2004. A Maranello si respira un’aria di grande fiducia in vista dell’inizio di stagione.

Lo sa bene Sebastian Vettel che si è reso conto di avere una monoposta altamente competitiva e soprattutto disegnata secondo le sue caratteristiche. Il tedesco lo ha ‘scoperto’ durante il filming day effettuato sul tracciato di Barcellona. Vettel, senza gomme adatte (la Ferrari aveva le Pirelli da esibizione per il filiming day) ha affrontato la prima staccata quasi al limite in fondo al rettilinei del Montmelò, rendendosi conto che la nuova SF90 gli consentiva di portare la staccata fino in curva, proprio come quella Red Bull che gli ha permesso di vincere 4 mondiali di fila dal 2010 al 2013.

Vettel alla quinta stagione in Ferrari sembra avere un approccio nuovo. Cosa ha (ri)dato motivazione a un pilota che non ha certo bisogno di… imparare a vincere dopo 52 successi nei GP?

La risposta è piuttosto semplice: il tedesco ha capito che potrebbe essere il suo anno domenica 17 febbraio, quando la squadra del Cavallino è scesa in pista sul tracciato di Barcellona, lo stesso che il giorno dopo ha dato il via ai test invernali che hanno visto la Rossa ottenere il miglior tempo alla conclusione della seconda e ultima sessione.

Senza gomme adatte (Seb aveva le Pirelli da esibizione come da regolamento FIA) Vettel ha tenuto a battesimo la SF90: dopo un installation lap per verificare che tutto funzionasse a dovere si è dedicato a quella che doveva essere una sgambata per le riprese commerciali che la Federazione Internazionale concede per due filming day all’anno.

A Sebastian è bastata la prima staccata quasi al limite in fondo al lungo rettilineo di Montmelò per capire che la Rossa era stata disegnata su di lui, per assecondare i suoi voleri: la SF90 è una F1 che permette di portare la staccata fino in curva, proprio come quelle Red Bull che gli avevano permesso di incasellare quattro titoli mondiali di fila. Da leggere in quest’ottica i grandi apprezzamenti rilasciati dopo i test: “non avevo pregiudizi, o particolari aspettative, ma al momento penso che debba fare un grande complimento a tutti coloro che hanno lavorato in fabbrica a Maranello per come hanno saputo interpretare le nuove regole. Ciò che hanno messo in pista oggi, nel primo giorno di prove dell’anno, è molto vicino alla perfezione. Non solo la performance, ma il numero di giri completati e come la squadra ha gestito la monoposto: tutto ha funzionato. Tutto è stato migliorato rispetto alla vettura dello scorso anno”.

>>> SCARICA L’APP DI SPORTFAIR PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO <<<