© Photo4 / LaPresse

A partire dal prossimo Gp d’Australia, il Consiglio Mondiale della FIA ha deciso di assegnare un punto iridato a chi faccia segnare il giro più veloce in gara

Il Gp d’Australia del 2019 porta con sè già una grande novità, il Consiglio Mondiale della FIA infatti ha deciso di assegnare un punto iridato al pilota che farà segnare il giro più veloce in gara.

LaPresse

Una regola non ancora entrata in vigore, si attende solo l’ok della F1 Commission dopo il via libera di Sporting Working Group e Strategy Group, arrivato nel corso della riunione del Consiglio tenutasi nella giornata di ieri a Ginevra a margine del Salone dell’Auto. Nel caso in cui non si fosse trovato un accordo giovedì, l’introduzione della norma sarebbe stata rinviata al prossimo anno, considerando che il regolamento sarebbe potuto cambiare solo a giugno, dunque a stagione in corso. Dunque il provvedimento è stato adottato dal massimo organo federale, in attesa che la F1 Commission lo avalli via mail. Il punto in questione potrà essere assegnato solo al pilota che chiuderà la gara tra i primi dieci, evitando così che chi si trovi al di fuori della top ten possa compiere una sosta in più per montare gomme più performanti con serbatoio vuoto per stampare il giro veloce. Non si tratta però di un’assoluta novità nel circus, visto che il punto per il giro veloce veniva già assegnato nei primi dieci anni del Mondiali di Formula 1, cioè dal 1950 al 1959, risultando fondamentale nel ’58 per la vittoria del titolo di Mike Hawthorn su Stirling Moss.