AFP/LaPresse

Il team di Woking ha deciso di eliminare il logo ‘A Better Tomorrow’ dalle macchine e dalle tute solo per il Gp d’Australia, evitando così battaglie legali

Prima la Ferrari, adesso anche la McLaren. Le due scuderie non vogliono avere incorrere in problemi legali in occasione del Gp d’Australia, così entrambe hanno deciso di levare i proprio discussi sponsor. ‘Mission Winnow‘ e ‘A Better Tomorrow‘ dunque non compariranno sulle livree del team di Maranello e di quello di Woking, essendo legati ad industrie del tabacco e dunque in contrasto con le leggi australiane.

La soluzione migliore per evitare grattacapi legali, per tornare poi alla normalità nel secondo Gp della stagione in Bahrain. Il brand ‘A Better Tomorrow’ è dunque scomparso sulle tute di Norris e Sainz, così come anche dalla livrea della McLaren partita per Melbourne, dove scenderà in pista per la prima gara del 2019. Una mancanza solo momentanea quindi, che eviterà il verificarsi di battaglie legali inutili ai fini dello sport.