LaPresse/Andrea Panegrossi

La Federazione Calcistica Albanese ha deciso di sospendere tutti i campionati a causa dell’eccesso di violenza delle ultime settimane

La Federazione Calcistica Albanese rende noto che tutte le partite del campionato nazionale di calcio in programma questo fine settimana non verranno disputate a seguito della decisione presa dall’Unione degli Arbitri Albanesi di boicottare tutte le partite fino al ritorno della polizia di stato negli stadi“. Lo comunica la Federcalcio albanese in una nota. “La FSHF esprime il massimo supporto a tutto l’organismo arbitrale in Albania e rispetta la decisione da loro presa. Cerchiamo la risposta di tutti per rimuovere definitivamente la violenza, per garantire la sicurezza pubblica negli stadi e come prerequisito fondamentale per avere una gara sana e negli standard“, prosegue il comunicato della Federazione Calcistica Albanese. Ora si attende una risposta ufficiale da parte della polizia di stato. Nel frattempo, il massimo campionato nazionale rimarrà fermo. (Spr/AdnKronos)