Caso Nissan, Ghosn lascia il carcere di Tokyo: pagata la cauzione di un miliardo di yen

LaPresse/Reuters

L’ex numero uno di Renault ha pagato la cauzione e dunque lascerà il carcere di Tokyo dopo tre mesi di detenzione

L’ex numero uno di Renault-Nissan-Mitsubishi Carlos Ghosn, che è detenuto in Giappone, ha pagato la cauzione e dovrebbe essere rilasciato a breve. Il tribunale distrettuale competente di Tokyo ha annunciato che il deposito fisso di un miliardo di yen (7,9 milioni di euro) è stato pagato. Il manager 64enne dovrebbe quindi lasciare il carcere dopo più di tre mesi. Ieri ll tribunale aveva accolto la richiesta di liberazione su cauzione.

Come condizione per il suo rilascio, Ghosn ha accettato l’installazione di una telecamera di sorveglianza all’ingresso del suo appartamento. Inoltre, non gli è consentito utilizzare liberamente il suo telefono cellulare e di utilizzare il computer solo nello studio del suo avvocato. Ghosn fu arrestato a Tokyo il 19 novembre per aver violato le regole di borsa e di aver trasferito a Nissan le perdite da investimenti privati. Ghosn ha ribadito la sua innocenza e si è detto vittima di un complotto. (Rem/AdnKronos)

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (29538 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery