Atletica, torna l’appuntamento con l’attesa Corritalia: quest’anno si celebra la 28ª edizione

SportFair

La manifestazione podistica organizzata da quasi 30 anni dall’Associazione Italiana Cultura Sport si svolgerà in circa 50 città italiane

Trascorrere una giornata all’aria aperta, in movimento, tra bellezze storiche, culturali e paesaggistiche del Paese: non c’è nulla di meglio per dare il benvenuto alla primavera. Per questo, da quasi 30 anni Aics Associazione Italiana Cultura Sport organizza Corritalia, la manifestazione podistica che si svolge su tutto il territorio nazionale con iniziative pensate per atleti, amatori ma anche semplici appassionati.

Giunto alla 28esima edizione, in programma domenica 24 marzo, Corritalia si svolgerà in circa 50 città italiane, da Nord a Sud. Tratto distintivo della manifestazione è l’organizzazione dei percorsi di gara in luoghi di particolare interesse culturale, architettonico, urbanistico e paesaggistico: vie, piazze e parchi saranno infatti lo scenario nel quale fare attività fisica e ammirare le bellezze del Paese. È il caso di Firenze, dove quest’anno Corritalia si svilupperà attorno alla cinquecentesca Villa di Poggio Reale alla Rufina, tra le dolci colline toscane; oppure di Agrigento, dove si correrà nella maestosa Valle dei Templi. Ma non saranno da meno le altre città, da Torino a Salerno, da Padova a Messina, pronte a mettere in mostra le loro eccellenze. Corritalia coinvolgerà oltre 100mila partecipanti, impegnati in gare podistiche aperte a tutti: saranno in programma infatti sia competizioni riservate ai tesserati AICS (categorie Promozionale, Assoluti e Master), sia gare non competitive a passo libero. Protagonisti di queste ultime, anche i più piccoli, grazie al coinvolgimento, da parte dei Comitati locali AICS, di tanti istituti scolastici che porteranno le proprie scolaresche (insieme a genitori e docenti) a partecipare all’iniziativa.

La manifestazione chiuderà idealmente la ‘Settimana dello Sport per Tutti’, che ha preso il via lunedì scorso, 18 marzo e vede in tutta Italia lo svolgimento di eventi ed iniziative organizzate dai Comitati Aics locali in collaborazione con realtà del mondo della scuola, dell’associazionismo e del volontariato, per promuovere lo sport come veicolo di benessere fisico, ma anche di integrazione e inclusione. (Spr/AdnKronos)