Andrea Pirlo a tutto campo: i casi Balotelli ed Icardi, il suo futuro e la Nazionale di Mancini

andrea pirlo Richard Morgano/LaPresse

Andrea Pirlo ha spaziato dall’argomento Nazionale ai casi caldi Balotelli ed Icardi, sino a stilare la sua personale classifica del campionato

Andrea Pirlo è uno che di Nazionale ne capisce eccome e può dare consigli importanti ai giovani ragazzi di Mancini dall’alto della sua esperienza. L’ex centrocampista azzurro ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport, interpellato sull’argomento Nazionale e non solo. Pirlo ha iniziato parlando dell’addio al calcio e del suo futuro nel mondo del pallone:  “Sto molto bene: non mi manca il dovermi allenare ogni giorno e mi mancava il poter stare di più con la famiglia. Dopo 25 anni da giocatore, non ho l’ansia di trovare subito un altro lavoro. E devo pensare bene a quale fare“.

balotelli

Boris HORVAT / AFP

La Nazionale di Mancini? Mi troverei bene. Tre centrocampisti di qualità e una missione: giocare a calcio, sempre. Anche contro la Finlandia: in una parola, la definirei moderna“. Assieme a Barella, Verratti o Jorginho, di certo Pirlo sguazzerebbe dall’alto della sua qualità. Andrea ha voluto dare anche un consiglio a Mario Balotelli, escluso dalle ultime convocazioni: “Si è rimesso in gioco, credo anche per tornare in Nazionale: se ha capito davvero che era l’unica cosa da fare, sarebbe già buon segno. Comunque, nel frattempo è giusto chiamare Kean, come si è visto a Udine: non spreca la fiducia che gli danno e quando gioca, spesso fa gol. Mica poco“.

Tornando al campionato, Pirlo ha stilato la sua personalissima classifica alle spalle della Juventus dominatrice della stagione: “Le stesse tre di oggi, credo. Anche se la Lazio adesso sta bene bene. Il Napoli fa il suo, perché era già forte. L’Inter poteva fare di più, ma ha frenato in certi momenti decisivi, ha avuto infortuni e poi la vicenda Icardi. L’Inter resta, chi non gioca perde valore: se Icardi fosse stato ancora fermo, chi lo avrebbe voluto più? L’Inter un altro attaccante ce l’ha: come rientrerà Icardi dopo essere stato fermo così tanto? Ha deluso un po’ la Roma, sì: dopo la semifinale di Champions dell’anno scorso ci si aspettava una crescita almeno in Italia. Per ringiovanire, hanno rinunciato all’esperienza necessaria a continuare il discorso iniziato“. Fiducia dunque nel Milan, ex squadra con la quale Pirlo ha ottenuto tanti successi.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Francesco Gregorace (9968 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 28 maggio del 1987, giornalista pubblicista dall'anno 2017


FotoGallery