AFP/LaPresse

Kristian Ghedina commenta le prestazioni dei due azzurri medagliati ai Mondiali di sci di Are 2019 e li incoraggia ad ottenere ancora buoni risultati nelle prossime gare

Sono contento per la sua medaglia d’oro. C’era da aspettarselo perché è arrivato ad Are al top della forma e in questo momento è il più forte, poteva perdere solo in condizioni di neve morbida. Ora può fare il bis in discesa dove mi aspetto competitivo anche Innerhofer che vorrà riscattare il 4° posto del superG“. Kristian Ghedina esalta Dominik Paris all’indomani del successo in superG ai mondiali di Are.

AFP/LaPresse

Ora avrà la carica giusta per la discesa di sabato e speriamo in bene -aggiunge il vincitore di tre medaglie mondiali tra discesa e combinata negli anni ’90 all’Adnkronos-. Dopo i mondiali deve puntare a vincere anche le Coppe del Mondo di superG e discesa e completare una stagione sin qui fantastica che lo ha visto vincere a Bormio e Kitzbuehel“.

Ghedina non crede però alla possibilità che Paris possa vincere la Coppa del Mondo generale. “Finché c’è Hirscher che non scende dal podio neanche se gli spari è praticamente impossibile“.

 

sofia goggia
AFP/LaPresse

Sofia l’ho vista carica e motivatissima, mi aspetto grandi cose anche in discesa libera“. Kristian Ghedina lancia Sofia Goggia in vista della discesa libera di domenica ai mondiali di Are, dopo l’argento conquistato in superG.

In queste ultime due stagioni Sofia ha fatto un salto di qualità eccezionale -sottolinea l’ex discesista azzurro all’Adnkronos-, prima era troppo esuberante e questo nelle discipline veloci è un problema perché rischi di cadere e farti male. Ora invece si è temprata ed è nel pieno della maturità per far valere le sue capacità tecniche che sono sempre state notevolissime“.

Anche l’infortunio al malleolo di ottobre sempre un lontano ricordo: “Può darsi che abbia ancora un po’ di fastidio ma mi sembra che i risultati parlino da soli: è rientrata a Garmisch con due podi e si è confermata in superG ai mondiali, ora serve solo salire un gradino del podio“. (Tom/AdnKronos)