massimiliano allegri
LaPresse

L’allenatore bianconero ha parlato alla vigilia del match con il Sassuolo, soffermandosi sul caso Dybala

Dybala ha chiesto scusa, da ragazzo intelligente qual è, la società gli ha dato una responsabilità importante con la maglia numero 10 e quando manca Chiellini è il capitano della squadra. Ha avuto un atteggiamento non idoneo, non consono alle sue responsabilità, ma ha capito e il caso è chiuso“.

dybala
LaPresse/Mauro Locatelli

Massimiliano Allegri manda in archivio il caso del giocatore argentino, che non aveva nascosto la sua irritazione per l’esclusione di Parma: “ha sbagliato con le sue esternazioni, ma sono contento perché ha chiesto scusa a tutti. Serve rispetto per i compagni. Dybala non ha cambiato posizione, il suo gioco varia solo in base a chi gli sta accanto. L’anno scorso giocavamo con Higuain e Mandzukic, ora c’è Cristiano Ronaldo che ha caratteristiche diverse. Paulo gioca gli stessi palloni e nella stessa posizione. Inizia e chiude l’azione, quest’ano qualche tiro sta andando male. Magari azioni di questo tipo ce ne sono di meno, perché CR7 è un giocatore diverso rispetto a Higuain e Mandzukic. In una squadra un giocatore compensa l’altro”. Sull’incidente di Douglas Costa: “ha avuto una stagione con poco equilibrio, devono essere bravi a gestirsi dentro e fuori dal campo. Ciò che è successo lunedì è vita privata, quindi non posso dire nulla. Poi l’incidente sono cose che capitano, fortunatamente non ci sono state conseguenze“.

Spada/LaPresse

Non mancano le indicazioni di formazione: “sugli infortunati siamo a buon punto, tornerà a disposizione la BBC. Sono stati crocifissi i difensori attuali di adesso nonostante siamo la miglior difesa del campionato, perché magari ci si aspetta che vinciamo tutte le partite 3-0. Su Dybala, sono in dubbio lui e Bernardeschi: uno dei due gioca. Se scelgo Bernardeschi gioca anche Khedira, altrimenti gioca Bentancur o Emre Can. Sami ha avuto qualche problema fisico, ma è rientrato bene, mentalmente è fresco anche perché nella prima parte di stagione non l’abbiamo mai avuto. È un giocatore di alto livello. Sono contento di come stiamo fisicamente, stiamo migliorando: la condizione fisica è in crescita ed è un buon segnale, ma dobbiamo smettere di ripetere ogni giorno “la Champions, la Champions, la Champions”. Noi abbiamo un campionato da giocare e vincere, poi penseremo anche alla Champions”.