LaPresse/Claudio Grassi

Il caso della partita persa a tavolino dall’Olimpia Milano contro Pistoia si tinge di giallo: possibile soffiata da parte di un dirigente di un’altra squadra in merito alla squalifica di Nunnally

Quanto accaduto nel penultimo turno di Serie A è stato alquanto imbarazzante, specie per un top club come l’Olimpia Milano, massima rappresentate italian in Eurolega nonchè campione in carica del campionato italiano. Milano ha battuto Pistoia in campo, ma a causa della presenza di Nunnally, che avrebbe dovuto scontare una squalifica risalente a diversi anni precedenti (quando vestiva la maglia di Avellino), i ragazzi di coach Pianigiani si sono visti assegnare una sconfitta a tavolino per 20 a 0. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, l’Olimpia Milano avrebbe mosso il sospetto che Pistoia sia stata informata della situazione di Nunnally dal dirigente di un’altra società di Serie A. Milano avrebbe già formulato i suoi sospetti e non avrebbe preso bene tale comportamento.