Michael Jordan
LaPresse

Michael Jordan rifila una velenosa frecciatina a Russell Westbrook e James Harden: secondo MJ, più che i record personali contano i titoli vinti

James Harden e Russell Westbrook sono due dei giocatori più incisivi della lega. Il primo, MVP in carica, è praticamente l’anima degli Houston Rockets, a suon di +30 punti a partita, falli guadagnati e punteggi arrotondati con i liberi sta trascinando la franchigia texana nelle zone alte della Conference; il secondo ha messo in fila 10 triple doppie consecutive in stagione e insieme a Paul George rappresenta la grande speranza della postseason dei Thunder.

Numeri impressionanti, ma che nelle loro carriere, fin qui, non hanno ancora portato ad alcun anello. Nel corso di una recente intervista, Michael Jordan ha dato il suo autorevole parere sulla questione spiegando di preferire i titoli ai record personali. Un giornalista ha chiesto: “cosa pensi dei record di Russell Westbrook (10 triple doppie consecutive, ndr) e James Harden (30 partite consecutive con minimo 30 punti segnati, ndr)?” . La risposta di ‘Sua Altezza’ è stata: “penso che la cosa più difficile sia vincere 6 titoli, non i record personali.”