Magic Johnson rifila una netta frecciatina ai Pelicans: secondo il plenipotenziario dei Lakers, New Orleans non ha agito con correttezza durante la trattativa per Anthony Davis

È stata la trattativa che ha tenuto tutti con il fiato sospeso, ma si è conclusa in un nulla di fatto. I colloqui fra Lakers e Pelicans per portare Anthony Davis ad L.A. si sono risolti in un muro contro muro, o per meglio dire, si sono risolti con i Lakers che hanno rinunciato a scalare il muro eretto dai Pelicans, mai davvero interessati a chiudere la trade entro la deadline del 7 febbraio. Avere in corsa Celtics e Knicks in estate sembra più allettante. In una recente intervista, riportata dalla ‘Rosea’, Magic Johnson ha voluto sottolineare la mancanza di buona fede nelle azioni della franchigia della Louisiana, senza usare mezzi termini: “New Orleans ha trattato in buona fede? No, non penso. Ma lo sapevamo fin dall’inizio che avrebbero fatto così. Quello che è successo è successo. Ci saranno tanti free agent disponibili in estate: il nostro obiettivo è sempre quello di prenderne almeno uno”.