LaPresse/EFE

Metà pubblico lo ha fischiato, l’altra metà lo ha applaudito, Anthony Davis ha chiuso con 32 punti la sua partita in un’atmosfera definita… imbarazzante

Anthony Davis ha iniziato, questa notte, la sua seconda metà di stagione NBA post trade deadline, essenzialmente da separato in casa. Ben nota la volontà di lasciare New Orleans, il giocatore dovrà aspettare l’estate visto che i Pelicans hanno fatto muro verso qualsiasi proposta arrivata dai Lakers entro le 21:00 del 7 febbraio scorso, termine ultimo per gli scambi. Nella sfida giocata e vinta contro i Timberwolves nella notte, Davis è tornato in campo di fronte ai suoi tifosi, ricevendo un’accoglienza alquanto strana: metà pubblico lo fischiava, l’altra metà lo applaudiva mentre collezionava 32 punti, 2 assist e 9 rimbalzi, risultando come sempre decisivo. Al termine della gara, Davis non ha nascosto l’imbarazzo per quanto accaduto sugli spalti: “è stato decisamente imbarazzante. I boo? Sono ok, non mi importano. Continuerò a scendere in campo e a giocare. Ero sorpreso, tutto qua. Ma è la vita. Ad alcune persone non piacerò. Sono felice di essere di nuovo in campo per fare quello che amo”.