danilo petrucci
AFP/LaPresse

Le sensazioni di Danilo Petrucci dopo l’ultima giornata di test a Sepang: le parole del ternano, il più veloce oggi in Malesia

E’ Danilo Petrucci il più veloce della terza e ultima giornata di test a Sepang: il ternano della Ducati ha chiuso in testa alla classifica dei tempi, guidando uno specialissimo poker ‘rosso’. Alle spalle di Petrucci, infatti, si sono piazzati Bagnaia, Miller e Dovizioso e tutti e quattro hanno polverizzato il record di Lorenzo. Sereno e soddisfatto, il ternano della Ducati ha così commentato la sua giornata in pista: “una buona soddisfazione stare davanti, sono contento del lavoro fatto, abbiamo provato tante cose, purtroppo oggi era rimasta una sola prova da fare, con la carena e sono uscito e sono caduto dopo 5 curve, inspiegabilmente, mi è dispiaciuto molto ma abbiamo avuto dei feedback sia da miller che da dovi, comunque sono più contento delle due mezze simulazioni di gara col caldo che era dove ci siamo focalizzati e poi si il time attack ho fatto un giro molto buono, penso sia il record della pista quindi sono contento del lavoro fatto, ho ancora dei piccoli difetti ch emi fanno un po’ consumare la gomma, ma ho capito che la chiave è andar forte risparmiando le gomme che così è abbastanza facile, ma tocca anche farlo“, ha affermato ai microfoni Sky.

danilo petrucci
AFP/LaPresse

Bagnaia e Miller spingono parecchio. Dovizioso? Non mi aspetto che resti dietro di me, e nei weekend di gara tutto può ristabilirsi. Riuscire ad essere veloce come lui quando fa caldissimo è importante“, ha concluso.

Queste le parole di Petrucci al sito ufficiale Ducati: “oggi siamo partiti decisamente bene: avevo in programma di fare due ‘time attack’ ma un tentativo effettuato con la gomma media al posteriore è stato sufficiente, e quando ho visto il mio tempo sullo schermo sono rimasto davvero molto contento. Successivamente siamo tornati a concentrarci nel provare alcune altre soluzioni, ma purtroppo intorno a metà giornata sono scivolato mentre stavo provando la nuova carena. Visto poi l’intensificarsi dei miei problemi con le vesciche alle mani, abbiamo deciso di fermarci in anticipo per risparmiare le energie e farci trovare al meglio ai prossimi test in Qatar. Il bilancio di questi tre giorni è comunque molto positivo”.