Retroscena Antetokounmpo, parla l’agente: “dormiva solo in palestra, stava per lasciare l’NBA perché…”

antetokounmpo LaPresse/Reuters

L’agente di Giannis Antetokounmpo ha rivelato un particolare retroscena sulla carriera del suo assistito: il cestista greco stava per lasciare l’NBA a causa della lontananza della sua famiglia

Giannis Antetokounmpo é uno dei giocatori più apprezzati del panorama NBA. Le sue qualità casistiche unite ad un fisico fuori dalla norma lo rendono un mix di talento dominante e letale. Eppure l’avventura del ‘Greek Freak’ in NBA ha rischiato di finire molto presto. Arrivato nel basket USA a 19 anni, Antetokounmpo ha sofferto molto la mancanza della famiglia, costretta a restare in Grecia per problemi burocratici. Giorgos Panou, agente del ragazzo, ha rivelato durante il documentario ‘Finding Giannis’, un particolare retroscena in merito alla volontà di Antetokounmpo di abbandonare l’NBA: “eravamo sotto pressione, perché la legge dice che se la richiesta viene declinata tre volte, è finita. E poi lui ha cominciato a chiamarmi e a dirmi ‘Giorgos, se succede un’altra volta e loro non potranno venire, me ne andrò io’. Era vulnerabile. Era spaventato. Preferiva dormire in palestra perché non aveva un motivo per tornare a casa. Non voleva tornare a casa. Era solo”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (17923 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery