Pioli
Pioli - Jennifer Lorenzini/LaPresse

L’allenatore della Fiorentina considera ormai quasi chiuso il campionato, visto il vantaggio accumulato sul Napoli

Sicuramente il fatto che la Juventus sia tornata a +11 è un vantaggio importante pensando alle capacità dei bianconeri“. E’ il pensiero sulla lotta scudetto del tecnico della Fiorentina, Stefano Pioli, che ai microfoni di ‘Radio anch’io Sport’ è tornato sulla corsa al vertice che ha visto i Viola fermare al Franchi il Napoli permettendo ai campioni d’Italia di guadagnare due punti sui più diretti rivali. Parlando del futuro di Chiesa, Pioli non si sbilancia: “so solo che sta crescendo tanto, non è una punta da 20 gol a campionato ma è più concreto ed efficace ultimamente. Nessuno può sapere quale sarà il suo futuro. Muriel e Simeone? Ci può essere spazio per il tridente ma serve sempre equilibrio. Giovanni ci dà molta profondità, Muriel fa da raccordo nel gioco. i due possono giocare insieme e li vedremo“.

Il 4 marzo sarà passato un anno dalla scomparsa di Davide Astori, Pioli svela che la Fiorentina chiederà di spostare il match: “vogliamo ricordare Davide in un altro modo. Credo che debba cambiare anche la partita precedente, l’Atalanta avrebbe un giorno e mezzo di recupero in più in vista della gara di andata di Coppa Italia e non mi sembrerebbe giusto. Tornando al 4 marzo: la società sta organizzando manifestazioni per il ricordo del nostro capitano che noi ci portiamo comunque dentro“.