AFP/LaPresse

Annabel Croft ha raccontato un interessante retroscena legato alla finale degli Australian Open 2012: Rafa Nadal è rimasto piuttosto infastidito dalla reazione di Novak Djokovic dopo la vittoria

Sette anni dopo l’incredibile finale degli Australian Open 2012, quella delle 5 ore e 53 minuti di battaglia nelle quali Novak Djokovic riuscì ad imporsi su Rafa Nadal, nell’edizione 2019 la storia si è ripetuta. Entrambi, ancora uno contro l’altro, questa volta senza alcun record di tempo, ma con il campione serbo ancora una volta vincente. In merito alla finale del 2012, è venuto fuori nelle ultime ore un particolare retroscena che Annabel Croft ha svelato ai microfoni di Express. Djokovic esultà togliendosi la maglietta per poi battersi le mani sul petto, un gesto che Nadal considerò offensivo: “riguardo ai festeggiamenti, ho un ricordo interessante legato al fatto che Djokovic si sia tolto la maglia. Ricordo che ero in aereo e stavo tornando dall’Australia, dopo che Nadal aveva perso quella finale thriller contro Djokovic. In aereo zio Toni mi disse che il team di Rafa non aveva apprezzato il fatto che Novak Djokovic si fosse tolto la maglietta per celebrare il suo trionfo”.