LaPresse - Tano Pecoraro

Tathiana Garbin, capitana dell’Italia di Fed Cup, analizza la situazione delle azzurre alla vigilia della sfida contro la Svizzera: con Errani e Giorgi in più le elvetiche non fanno paura

Nella mattinata di domani, l’Italia femminile affronterà la Svizzera nella sfida di Fed Cup valevole per il World Group II. Un match delicato per le azzurre, contro avversarie giovani ma con una grande tradizione alle spalle. Tathiana Garbin, capitana azzurra, ritrova Giorgi e Sara Errani e grazie alle due talentuose azzurre, conta di costruire il successo del weekend sul cemento indoor di Biel: “sicuramente ci attende una sfida non semplice, avremo di fronte avversarie molto forti e giuochiamo fuori casa. Conosciamo e rispettiamo la qualità della Svizzera, ma le nostre ragazze formano una squadra competitiva, anche grazie ai ritorni di Sara Errani e Camila Giorgi, che possono essere da esempio e guida per le più giovani della squadra. Ce la giocheremo e ci crediamo. L’obiettivo è raggiungere il play off promozione per tornare nel World Group”.