photo4/Lapresse

Il pilota di Martina Franca ha parlato nel corso dell’Alfa Romeo Day, svelando le proprie intenzioni in vista del nuovo Mondiale

Giornata di presentazioni e non solo in Formula 1, a Balocco infatti va in scena l’Alfa Romeo Day alla presenza anche di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi.

photo4/Lapresse

I due piloti formeranno la line-up del team nel Mondiale 2019, provando a mantenere gli alti standard raggiunti da Leclerc ed Ericsson sul finire del 2018. Sarà un’emozione speciale soprattutto per il driver di Martina Franca, alla sua prima stagione da titolare in Formula 1: “la macchina posso dire che è bellissima, ma dovete aspettare un pochino prima di vederla. La motivazione è alta, siamo tutti carichi e speriamo che la monoposto vada fortissimo” le parole di Giovinazzi ai microfoni di Sky Sport. “E’ stato un inverno duro, ho svolto una preparazione completamente diversa rispetto agli ultimi due anni. Avevo questa motivazione in più di essere pilota ufficiale, quindi mi son dato ulteriormente da fare. Sono state due stagioni lunghe quelle trascorse ‘in panchina’, ma adesso è arrivato il grande momento e non vedo l’ora di iniziare. Seconda occasione? No direi di no, due anni fa ho guidato solo in due Gran Premi.

LaPresse/Photo4

Adesso avrò la mia vera chance, non ho intenzione di sprecarla. A Barcellona potrò avere la mia macchina, capendo dove migliorare e cosa fare in più per scalare posizioni in classifica. Il team ha dimostrato lo scorso anno di essere cresciuto tanto, speriamo di partire da dove hanno finito Leclerc e Ericsson. E’ un obiettivo alto, ma ce la metteremo tutta con Raikkonen per rimanere lassù. Il team sta lavorando benissimo, con Kimi facciamo una bella coppia e speriamo di aiutare il team a crescere. Batterlo? Sarei un bugiardo se dicessi di no. Magari non ci riuscirò subito ma, studiandolo durante la stagione, cercherò di stargli davanti alla fine del campionato“.