Alfredo Falcone/LaPresse

A tutto Del Piero: dalla sfida di Champions tra Juventus e Atletico al caso Icardi. Il commento dell’ex numero 10 bianconero

Come finisce Atletico-Juve? Non lo sappiamo, c’è la possibilità che possa finire in tutti i modi. L’Atletico, soprattutto in casa, è una squadra compatta, forte, dura ma con grande qualità e personalità, poi in casa si avverte ancora di più. Simeone gli ha dato una forte personalità, sembra che gli manchi qualcosa rispetto agli scorsi anni, ma poi a questi appuntamenti arriva sempre in grande forma. Dall’altra parte la Juve è una delle squadre che può vincere la Champions perché ha tutto per poterlo fare”. L’ex capitano della Juventus, Alessandro Del Piero, si esprime così sulla sfida di Champions di mercoledì dei bianconeri a Madrid contro L’Atletico di Simeone.

del piero ristorante
Instagram @alessandrodelpiero

Ho sentito Allegri dichiarare che vuole segnare un gol, perché sa che se torna a Torino con lo 0-0 diventa una partita complicata, perché sa che loro si difendono bene, concedono pochissimo e avendo qualità davanti possono fare un gol a Torino e diventare ancora più difficile. Sarà molto interessante“, ha aggiunto Del Piero, ambassador Laureus a  Montecarlo per gli Awards 2019.

Juve favorita per la Champions? C’è sempre una favorita, una che per qualità di giocatori o momento da’ più sicurezze di un’altra. Vedendo le due squadre per come si sono qualificate, per la posizione in classifica in campionato viene da dire che la Juve ha qualche chance in più. Molti la vedono come vincitrice della Champions o una delle 3-4 pretendenti e di conseguenza si. Non è una eresia dire che Juve è favorita”, ha evidenziato Del Piero.

Stefano Porta/LaPresse

Ottavo scudetto? La prospettiva è che ne possa vincere altri. Mi dispiace per le altre squadre che hanno tentato di rinforzarsi e lo hanno fatto ma anche la Juve si è rinforzata, quindi il gap è rimasto molto grande e si vede negli scontri diretti e soprattutto in questo campionato dove la Juve non ha mai dato la sensazione di avere la minima sensazione di non vincere. C’è tanto da lavorare per gli altri contro un club che ogni anno alza l’asticella”, ha sottolineato l’ex numero 10 bianconero.

Ronaldo? Me lo aspettavo proprio così. E’ bastato unire le due mentalità, quella della squadra e la sua, che sono le stesse, ossia voler vincere ogni partita. Poi il fatto di voler giocare sempre fa parte dell’indole di tutti i giocatori, ma quanto al suo inserimento è stato un processo semplice. Lui sta facendo benissimo e quello che si è studiato a tavolino si sta verificando settimanalmente”. Così Alessandro Del Piero su Cristiano Ronaldo e le sue prestazioni al primo anno in Italia e alla Juventus.

LaPresse/Richard Morgano

CR7 non ha mai segnato al Wanda Metropolitano? La sua mentalità è di entrare in campo e fare gol e anche più di uno. Comunque riesce anche a muoversi molto per la squadra, non è focalizzato solo sul fare gol, interpreta benissimo il ruolo di attaccante, da qualche anno è una prima punta assoluta non un esterno, anche se a volte ci gioca perché lo sa fare, ma i suoi movimenti sono oggi da attaccante puro e questo lo porta vicino alla porta dove può sfruttare tutte le sue caratteristiche, compresa la stazza fisica”, ha aggiunto Del Piero.

LaPresse/Richard Morgano

Icardi? Ci sono state delle prese di posizione molto forti ma credo che per il bene di Icardi e per il bene dell’Inter la cosa vada sistemata quanto prima, perché indubbiamente è un valore incredibile sotto il profilo sportivo per l’Inter, a prescindere da cosa voglia fare l’Inter o lui del suo futuro. La cosa più importante è che trovino insieme il modo più intelligente per sistemare la questione e ottimizzare quello che hanno già fatto vedere insieme Icardi e l’Inter, tanti gol, tante vittorie e pensino a migliorarsi’‘. E’ questa l’opinione di Alessandro Del Piero su Mauro Icardi e quanto avvenuto con il club nerazzurro che ha deciso di togliergli la fascia di capitano.

Alfredo Falcone/LaPresse

Lui è un ragazzo ancora giovane che indubbiamente può migliorare il suo gioco complessivamente, ma ha questa grande capacità in area di essere un finalizzatore che non va persa. Viviamo in un calcio in cui viene spesso chiesto agli attaccanti di fare un po’ tutto, compreso coprire, quindi bisogna valutare bene quello che è il sistema più adatto”, ha aggiunto Del Piero

Zaniolo è un giocatore che ha fatto vedere già tanto, che ha delle qualità fisiche incredibili, e tecniche altrettanto. La cosa che sorprende in maniera positiva è che tiene il campo con grande personalità, e queste sono tre caratteristiche molto importanti e difficili da trovare in un solo giocatore. Quindi vista anche la sua età potenzialmente ha un grande futuro davanti a se”, ha aggiunto sul giovane giocatore della Roma, Nicolò Zaniolo e la sua esplosione in questo campionato.

Poi da qui al diventare quello che potrebbe diventare ci sono dei passaggi, dei momenti, anche degli alti e bassi. Bisogna vedere dove andrà, se resterà alla Roma oppure no, ci sono tanti punti di domanda, ma come ragazzo e giocatore ha un futuro incredibile davanti a se”, ha concluso Del Piero. ”Juve interessata a lui? Sembra che possa andare ovunque, ma vediamo la Roma che è stata indubbiamente brava e intelligente ad accaparrarselo in questa prima fase, vedremo quindi quello che accadrà”. (Di Emanuele Rizzi) (Riz/AdnKronos)

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE