Trofeo Laigueglia : cresce l’attesa, il 17 febbraio la 56ª edizione della classica italiana

Cresce l’attesa a Laigueglia in vista dell’edizione numero 56 della classica che, domenica 17 febbraio (partenza ore 11) aprirà il calendario ciclistico italiano. In attesa della conferma ufficiale dei partenti che si terrà nel pomeriggio di sabato, alla gara organizzata dal Comune di Laigueglia con la regia tecnica del GS Emilia (valida come prima prova della Challenge Liguria che si concluderà il 28 aprile con il Giro dell’Appennino), sono iscritti 140 atleti in rappresentanza di 20 squadre, tra le quali due World Team e la selezione della Nazionale Italiana.

Tra gli iscritti figurano alcuni corridori che nel corso degli ultimi anni hanno lasciato il proprio segno sulla classica ligure a partire da tre vincitori: Moreno Moser (Nippo – Vini Fantini – Faizanè), autore della doppietta 2012/2018, Fabio Felline (Nazionale Italiana) che conquistò l’edizione 2017 e Davide Cimolai (Israel Cycling Academy), primo nel 2015.

Ai tre ex vincitori si aggiunge un folto gruppo di atleti che hanno sempre avuto un buon feeling con il Trofeo Laigueglia, tra questi: Francesco Gavazzi (Androni Giocattoli – Sidermec), secondo in due occasioni e per tre volte quinto, i suoi compagni di squadra Matteo Montaguti, terzo nel 2012 e quarto nel 2015, e Matteo Busato, terzo lo scorso anno, oltre al francese Romain Hardy (Team Arkea – Samsic) e a Paolo Totò (Sangemini – Trevigiani – MG Kvis), secondi rispettivamente nel 2017 e nel 2018.

 

Di particolare interesse dar anche la presenza degli azzurri Gianluca Brambilla e Giulio Ciccone oltre a quella del tre
volte campione italiano Giovanni Visconti. Il Trofeo Laigueglia rappresenterà anche la prima prova della ”Ciclismo Cup” – una challenge sportiva cui appartengono tutte le gare italiane di classe 1 e HC, la quale prevede una classifica individuale e a squadre e, grazie all’accordo tra Lega del Ciclismo Professionistico e PMG Sport, godrà di un’ampia copertura televisiva.

Le fasi finali di gara saranno infatti trasmesse in diretta tv (dalle ore 15,30 alle ore 16,30) in Italia (Rai Sport) e all’estero (L’Equipe, Eurosport Francia) oltre che in streaming internet sulle piattaforme della PMG Sport e siti specializzati (tuttobiciweb.net, Repubblica.it, Cyclingpro/Spaziociclismo, Flobikes, Global Cycling Network, InBici, Cicloweb). Bike Channel trasmetterà la gara in differita nella serata di lunedì 18 febbraio a partire dalle ore 21,15. Le immagini saranno inoltre distribuite dall’Eurovisione alle oltre 70 emittenti associate. (Spr/AdnKronos)