Filippo Rubin

CEV Champions League – Dopo Igor e Savino Del Bene, passa anche l’Imoco: 3-0 al Lodz, è la terza migliore seconda

Si conclude con un trionfo italiano la fase a gironi della CEV Volleyball Champions League! Dopo Igor Gorgonzola Novara e Savino Del Bene Scandicci, anche l’Imoco Volley Conegliano strappa – all’ultimo respiro – il pass per i quarti di finale: il contingente della Serie A si muove compatto verso la fase decisiva della più importante manifestazione continentale.

Se le azzurre di Massimo Barbolini e le toscane di Carlo Parisi hanno approcciato l’ultimo impegno senza particolari pressioni, già certe di essere tra le prime 8 di Europa, le pantere di Daniele Santarelli hanno vissuto una giornata piena d’emozioni: dapprima, spettatrici dei risultati delle altre squadre in lizza per il passaggio del turno; quindi fantastiche interpreti di un 3-0 micidiale ai danni del Commercecon Lodz. Peggiore tra le seconde classificate prima dell’ultimo turno, le gialloblù superano Dinamo Kazan, sconfitta nettamente a Istanbul dall’Eczacibasi, e soprattutto Budowlani Lodz, che vince in Bielorussia ma perdendo un set. Proprio quel set risulta decisivo: le polacche chiudono con 4 vittorie, 11 punti e un quoziente set di 12-9; le trevigiane con le stesse vittorie, gli stessi punti ma un quoziente set lievemente migliore (14-10).

Così venerdì 1 marzo saranno in tre ad assistere interessate al sorteggio dei quarti di finale, che si svolgerà intorno all’ora di pranzo a Lussemburgo, nel quartier generale della CEV.

Imoco Volley CONEGLIANO – LKS Commercecon LODZ 3-0 (25-10, 25-12, 25-15)
Dagli altri campi arrivano le notizie positive che i tifosi italiani aspettavano: la sconfitta 3-0 di Kazan sul campo dell’Eczacibasi Istanbul e il set vinto dal Minsk in casa con l’altra squadra di Lodz, il Budowlani. Le pantere dell’Imoco Volley Conegliano fanno alla perfezione il proprio dovere e intascano il pass per i quarti di finale di Champions League.

Coach Santarelli schiera dall’inizio Wolosz-Fabris, Hill-Sylla, De Kruijf-Danesi, libero De Gennaro. Le Pantere fanno capire subito di essere in missione speciale e partono a razzo fino al 7-1. Efimienko (ex Imoco) e compagne subiscono il ritmo della squadra di coach Santarelli che con una Fabris infallibile (6 punti con 6/6 in attacco!)continuano a spingere (11-4). Robin De Kruijf fa male con il servizio, Hill trova buone combinazioni (15-4), ma è il ritmo di gioco di tutta la squadra a mettere k.o. le polacche (75% di squadra in attacco nel set) che non riescono a reagire a un’Imoco determinata e “cattiva”, fino al perentorio 25-11 che chiude il primo set.

L’energia di Miriam Sylla, presente anche a muro, i colpi millimetrici di Kim Hill e le fast di De Kruijf tengono “on fire” le Pantere (8-5). Poi si scatena ancora Sam Fabris, ace per il break (11-7), poi arrivano un paio di difese monstre di De Gennaro e compagne che vengono trasformate con forza da De Kruijf e Hill (6 punti nel set) per un’altra spallata (15-8). Da lì non c’è più storia e Wolosz continua a smarcare le sue attaccanti, le percentuali restano altissime (anche Danesi continua al 100% in attacco) per un comodo 25-12 che avvicina il traguardo.

Serve un ultimo sforzo alle Pantere, mentre i tifosi polacchi (circa una sessantina) si fanno applaudire da tutto il Palaverde per le loro coreografie. Miriam Sylla va altissima e di potenza confeziona il primo break (6-3), poi viene affiancata da una scintillante De Kruijf e dalla “solita” Hill (12-5). Lodz prova a reagire timidamente con i muri di Efimienko, ma l’Imoco non cala un attimo la concentrazione (anche con qualche innesto dalla panchina) e continua a volare, dal 18-13 al 21-13 con un muro di Lowe, poi anche Folie va a segno con attacco e muro per il 23-13. La chiusura giunge poco dopo e con esso un enorme sospiro di sollievo: l’Imoco è in piena corsa per il trono d’Europa.

Igor Gorgonzola NOVARA – RC CANNES 3-0 (25-20, 25-18, 25-15)
Con la sesta vittoria per 3-0 su altrettante partite giocate, si chiude la prima fase della Champions League della Igor Volley di Massimo Barbolini. È un risultato da record: con 18 set vinti e 0 persi, la Igor Volley è la prima formazione a chiudere la fase a gironi, da quando è stata introdotta l’attuale formula nel 2007, senza perdere alcun set. MVP del match, la regista statunitense Lauren Carlini.

Barbolini sceglie Carlini in regia con Bici in diagonale, Veljkovic e Chirichella al centro, Bartsch-Hackley e Plak in banda e Zannoni libero; Marchesi si affida a Helic opposta a Signorile, Bauer e Kloster centrali, Rankovic e Rodrigues schiacciatrici e Carocci libero.

Novara parte 4-0 e Marchesi ferma subito il gioco, Plak allunga in diagonale (7-2) mentre i muri di Rodrigues e Bauer riaprono il parziale sul 12-11 e un punto di Rankovic vale il sorpasso sul 13-14. Bici risponde a muro (15-14), Nizetich trova l’ace del 18-16 e poi chiude in pallonetto uno scambio infinito (20-18) mentre Cannes sbaglia troppo e si ritrova sotto 23-18 con l’ace di Carlini. Chiude Plak, in maniout, 25-20.

Carlini apre il set esaltandosi prima in difesa e poi a muro (4-3), Bici stoppa Rodrigues (8-6) e poi fa 9-7 in maniout, mentre Bartsch-Hackley in parallela (12-9) e Chirichella a muro (13-9) costringono Marchesi al timeout; Novara non si ferma e scappa 20-13 con Veljkovic, mentre Plak concretizza in attacco una gran difesa di Zannoni (22-13) e mette al sicuro il set. Il parziale si chiude poco dopo, con un errore in battuta delle francesi (25-18).

Marchesi prova ripetutamente a rivoluzionare il sestetto e Cannes reagisce partendo forte nel terzo set (1-4) ma Novara rimonta in fretta e, sul turno in battuta di Bici (ace, 5-5), trova prima il sorpasso sul 6-5 e poi scappa 8-5 con le francesi che fermano il gioco. Plak (10-6) e Carlini (14-9) vanno a segno in battuta, Bici allunga sul 19-14 e poi replica per il 20-15, sempre in maniout, mentre il muro di Veljkovic costringe ancora Marchesi allo “stop” sul 21-15. Finisce con un servizio vincente di Chirichella (ace, 25-15) a chiudere un break di 6-0 per le azzurre e il match.

Giorgia Zannoni: “Volevamo ritrovare subito il successo dopo la sconfitta di Monza e credo che ci siamo riuscite offrendo anche una buona prestazione. Personalmente sono contenta per la mia partita, lavoro ogni giorno per farmi trovare pronta quando c’è bisogno del mio contributo e occasioni come questa devo sfruttarle al massimo. Credo che abbiamo dimostrato una volta di più la forza del gruppo intero”.

Massimo Barbolini: “Complimenti alle ragazze, mandiamo in archivio una fase a gironi in cui abbiamo ottenuto uno score senza precedenti e dobbiamo esserne orgogliosi. Ora è tempo di guardare oltre, venerdì ci sarà il sorteggio e saremo testa di serie ma comunque, visto quanto è selettiva questa formula, qualsiasi avversario ci toccherà sarà una sfida tosta”.

SSC Palmberg SCHWERIN – Savino Del Bene SCANDICCI 3-1 (16-25, 25-23, 25-23, 25-13)
Ultima giornata della fase a gironi di CEV Champions League e la Savino Del Bene Scandicci, già qualificata ai quarti va a fare visita al SSC Palmberg Schwerin per una gara che vale come ultima chance qualificazione per le tedesche. Scandicci da parte sua, sebbene al comando della Pool D, vuole migliorare il suo score in classifica per provare un ad entrare tra le quattro teste dei serie dei quarti.

Nel rumoroso palazzetto tedesco coach Parisi schiera il 6+1 composto da Malinov, Haak, Bosetti, Mitchem, Adenizia e Stevanovic. Il libero è Merlo. Il tecnico tedesco Felix Koslowski punta invece su Britt Bongaerts al palleggio, Kimberly Drewniok come opposto, Tessa Polder e Beta Dumancic da centrali, Adams McKenzie e Greta Szakmary da schiacciatrici. Anna Pogany il libero.

L’avvio di primo set è buono per la Savino Del Bene che va sullo 0-3 grazie ad Haak e Mitchem. Con un ace della stessa Mitchem il vantaggio scandiccese diventa di 4 punti (4-8). Sul 5-10  coach Koslowski chiama il primo time out della gara. Gli effetti positivi e nonostante un bell’attacco di Bosetti (6-11) le tedesche arrivano fino al 12-13. La Savino Del Bene però reagisce e con un parziale di 3 punti si porta sul 12-16, costringendo lo Schwerin ad un altro tempo. Scandicci non si ferma, Bosetti va in cielo e firma il 13-19. Scandicci firma anche il +7 con Adenizia, che in fast spara lungo linea e segna il 14-21 e successivamente il 15-22 con un attacco in primo tempo. Il primo set è della Savino Del Bene che chiude con un agile 16-25.

Nella seconda frazione di gioco la Savino Del Bene parte meglio dello Schwerin e va avanti prima sullo 0-2. Un muro su Mitchem e un grande attaco di Drewniok però fanno capire che il secondo set avrà un copione diverso del primo (2-2). La Savino Del Bene torna avanti grazie ad Haak e uno splendido punto di Bosetti assistita da una Malinov che va a recuperare il pallone nella metà campo avversario (2-4). Scandicci arriva fino al +3 (3-6), ma viene acciuffata sul 6-6 e superata in occasione di un attacco di seconda di Bongaerts (7-6). Le tedesche tengono il vantaggio fino al nuovo pareggio delle ragazze di Parisi che arriva sull’11-11. L’equilibrio non dura però molto e con un muro di McKenzie su Stevanovic il Palmberg Schwerin sale sul 15-13. Parisi chiama time out, ma l’inerzia del set non cambia e su di un errore di Mitchem al servizio le tedesche vanno avanti di tre (17-14). Con gli attacchi di Haak (che segna anche un punto in palleggio) la Savino Del Bene prova a reagire, ma la squadra di Parisi finisce sotto 20-16. Parisi deve chiamare un altro time out. Il set non è chiuso e Scandicci rimonta portandosi di nuovo sul -3 (23-20) grazie ad un colpo strettissimo di Haak che incrocia in diagonale. Un attacco out ed un muro di Haak incendiano il finale di set (23-22). Alla fine, nonostante un bell’attacco di Mitchem (24-23), il set se lo aggiudica Schwerin 25-23.

Dopo uno 0-3 iniziale anche il terzo set vede il Palmberg Schwerin combattivo e in grado di pareggiare i conti sul 3-3 e addirittura portarsi al comando sul 6-4. La Savino Del Bene prova la rimonta e dopo una gran difesa di Merlo e Bosetti, Mitchem mette a terra il punto del sorpasso (6-7). Non basta, Schwerin è in palla e nonstante uno splendido punto (14-12) di Bosetti ed un muro di Adenizia (16-14) la squadra tedesca arriva fino al 23-17. Sul 24-18 la squadra di Felix Koslowski però si inceppa e con l’inserimento di Caracuta e Papa per Malinov e Mitchem Parisi prova ad approfittare, ma cinque punti di parziale conditi anche da un ace di Caracuta non bastano. Il Palmberg Schwerin si aggiudica il terzo set sempre per 25-23.

Nel quarto set la musica non cambia. Schwerin vola fino al 9-2, Scandicci prova a regaire ed accorcia sul 10-6. Addirittura Scandicci scivola sul 12-6 e non basta una fast di Stevanovic (12-7) a restituire energia alla squadra di Parisi. La Savino Del Bene subisce il gioco delle tedesche, eccezionali in difesa e rapide in attacco e si arriva velocemente sul 19-9. Parisi sceglie dunque di mandare in campo Zago e Mazzaro per Haak e Adenizia. Cambia poco, un delizioso pallonetto di Adams restitusice il +10 ad una Schwerin dominante (23-13). La partita si chiude con un errore in ricezione di Scandicci e con Dumancic che sotto rete segna il punto del 25-13. Schwerin vince 3 set a 1 con McKenzie Adams eletta MVP.

Carlo Parisi, coach Savino Del Bene: “Sono dispiaciuto perché avremmo potuto giocare questa partita meglio. Era importante vincere per guadagnare più punti, migliorare la nostra leadership nel girone e provare ad entrare nelle teste di serie, e invece non ce l’abbiamo fatta. Certo abbiamo vinto il primo set, ma era chiaro sin dall’inizio che non avevamo il giusto approccio. Non abbiamo spinto a sufficienza, probabilmente perché abbiamo giocato tante gare ed è difficile recuperare tutte le volte le energie fisiche e mentali. Complimenti a Schwerin”.

I TABELLINI
Imoco Volley CONEGLIANO – LKS Commercecon LODZ 3-0 (25-10, 25-12, 25-15) – Imoco Volley CONEGLIANO: De Kruijf 5, Danesi 7, Fabris 14, Wolosz 3, Hill 14, Sylla 9, De Gennaro (L), Bechis, Folie 1, Fersino, Lowe 3. Non entrate: Tirozzi, Moretto (L). All. Santarelli. LKS Commercecon LODZ: Muhlsteinova, Bidias 9, Wojcik 4, Bociek 5, Alagierska 4, Efimienko-mlotkowska 3, Korabiec (L), Strasz (L), Wawrzynczyk, Szczyrba 1, Wojcik 2. Non entrate: Kwiatkowska, Kowalinska, Gajewska. All. Masek. ARBITRI: Wolf, Gerothodoros. NOTE – Durata set: 22′, 20′, 20′; Tot: 62′.

Igor Gorgonzola NOVARA – RC CANNES 3-0 (25-20, 25-18, 25-15) – Igor Gorgonzola NOVARA: Carlini 4, Plak 11, Chirichella 11, Bici 12, Bartsch-hackley 13, Veljkovic 9, Zannoni (L), Nizetich 2. Non entrate: Stufi, Camera, Piacentini, Sansonna (L), Piccinini, Egonu. All. Barbolini. RC CANNES: Kloster 2, Signorile 1, Rodrigues De Almeida 5, Bauer 5, Holzer 2, Helic 5, Carocci (L), Szczurowska 1, Bjarregard-madsen, Grbic, Rankovic 14. Non entrate: Pallag. All. Marchesi. ARBITRI: Dobrev, Goren. NOTE – Durata set: 22′, 22′, 20′; Tot: 64′.

SSC Palmberg SCHWERIN – Savino Del Bene SCANDICCI 3-1 (16-25, 25-23, 25-23, 25-13) – SSC Palmberg SCHWERIN: Szakmary 11, Polder 6, Bongaerts 4, Drewniok 13, Dumancic 8, Adams 25, Pogany (L), Doshkova, Geerties, Sakamoto, Hanke. Non entrate: Barfield, Lohmann (L), Ambrosius. All. Koslowski. Savino Del Bene SCANDICCI: Malinov 2, Ferreira Da Silva 6, Mitchem 9, Haak 20, Stevanovic 6, Bosetti 8, Merlo (L), Bisconti, Mazzaro, Zago 1, Caracuta 1, Papa 2, Vasileva. Non entrate: Mastrodicasa (L). All. Parisi. ARBITRI: Sarikaya, Nastase. NOTE – Durata set: 21′, 30′, 28′, 22′; Tot: 101′.

LE SQUADRE QUALIFICATE AI QUARTI DI FINALE
Igor Gorgonzola Novara, VakifBank Istanbul, Eczacibasi VitrA Istanbul, Fenerbahce SK Istanbul;
Savino Del Bene Scandicci, Dinamo Moscow, Allianz Stuttgart, Imoco Volley Conegliano.

CEV VOLLEYBALL CHAMPIONS LEAGUE
I RISULTATI DELLA 6^ GIORNATA – in grassetto le qualificate ai quarti di finale

Pool A
VakifBank Istanbul (TUR) – Beziers VB (FRA) 3-0 (25-10, 25-18, 25-16)
Maritza Plovdiv (BUL) – Allianz Stuttgart (GER) 1-3 (24-26, 19-25, 25-22, 22-25)
ClassificaVakifBank Istanbul 18 (6-0)Allianz Stuttgart 12 (4-2), Beziers VB 3 (1-5), Maritza Plovdiv 3 (1-5).

Pool B
Eczacibasi VitrA Istanbul (TUR) – Dinamo Kazan (RUS) 3-0 (25-21, 25-18, 25-17)
Hameenlinna (FIN) – Uralochka-NTMK Ekaterinburg (RUS) 2-3 (25-19, 25-21, 21-25, 20-25, 5-15)
ClassificaEczacibasi VitrA Istanbul 17 (6-0), Dinamo Kazan 10 (3-3), Uralochka NTMK Ekaterinburg 9 (3-3), Hameenlinna 0 (0-6). 

Pool C
Igor Gorgonzola Novara – RC Cannes (FRA) 3-0 (25-20, 25-18, 25-15)
Minchanka Minsk (BLR) – Budowlani Lodz (POL) 1-3 (19-25, 19-25, 25-18, 21-25)
ClassificaIgor Gorgonzola Novara 18 (6-0), Budowlani Lodz 11 (4-2)*, RC Cannes 4 (1-5), Minchanka Minsk 3 (1-5).
* quoziente set 12-9

Pool D
Imoco Volley Conegliano – Commercecon Lodz (POL) 3-0 (25-10, 25-12, 25-15)
SSC Palmberg Schwerin (GER) – Savino Del Bene Scandicci 3-1 (16-25, 25-23, 25-23, 25-13)
ClassificaSavino Del Bene Scandicci 12 (4-2)Imoco Volley Conegliano 11 (4-2)*, SSC Palmberg Schweriner 10 (3-3), Commercecon Lodz 3 (1-5).
* quoziente set 14-10

Pool E
Dinamo Moscow (RUS) – Chemik Police (POL) 3-1 (25-20, 25-17, 22-25, 25-21)
CSM Bucuresti (ROU) – Fenerbahce SK Istanbul (TUR) 1-3 (11-25, 25-21, 19-25, 14-25)
ClassificaFenerbahce SK Istanbul 16 (5-1)Dinamo Moscow 13 (5-1), CSM Bucuresti 4 (1-5), Chemik Police 3 (1-5).

LA FORMULA
Il nuovo regolamento della Champions League prevede 5 gironi all’italiana da 4 squadre. Al termine delle sei gare complessive, le prime classificate e le migliori tre seconde accedono ai quarti di finale. Da otto, le squadre si affronteranno prima nei quarti di finale e poi in semifinale, sempre su gare di andata e ritorno. Le due vincenti si contenderanno in gara unica il trofeo, nel gran finale del 18 maggio 2019.

LE DATE
Quarti di finale: andata 12-14 marzo, ritorno 19-21 marzo
Semifinali: andata 2-4 aprile, ritorno 9-11 aprile
Finale: sabato 18 maggio