Calcioscommesse, Paoloni sta attendendo il giudizio definitivo in merito al caso che lo ha visto protagonista nel 2010

“In quegli anni ho perso 500.000 euro. Scommettevo e millantavo risultati aggiustati per liberarmi dei creditori ma non ho mai truccato una partita né avvelenato i miei compagni di squadra. Come avrei potuto?“. Marco Paoloni è tornato a parlare dopo la lunga inchiesta sul calcioscommesse che ha avuto inizio nel 2010. L’ex calciatore è stato al momento squalificato per 5 anni, ma promette battaglia contro la Figc qualora venisse ritenuto innocente. Paoloni intanto ha parlato a ‘Pallone criminale’, il podcast della piattaforma Storytel: “Nel mondo del calcio al 99% scommettono tutti, pure in serie A, ma io sono stato il più penalizzato. Ci sono cose che non funzionano alla Figc. In questo momento non mi sento di dire niente, perché comunque ho capito che persone sono, ho capito che il mondo del calcio fa schifo, è tutta una merda. Loro sono i primi a sapere tutto quanto di questo sistema“.