Meeting indoor di Stettino, Stecchi sale ancora: 5,7 nell’asta, secondo italiano di sempre  

Grande serata per Claudio Stecchi al meeting indoor di Stettino, in Polonia. L’azzurro dell’asta migliora due volte il record personale e vola a 5,78, dopo aver già superato 5,71 nella stessa gara, valicando entrambe le misure alla seconda prova. Un progresso complessivo di ben otto centimetri rispetto al 5,70 realizzato all’esordio stagionale, il 19 gennaio a Nevers (Francia). Il 27enne delle Fiamme Gialle, allenato da Riccardo Calcini, diventa così il secondo italiano di sempre a livello assoluto. Soltanto il primatista Giuseppe Gibilisco, con cui collabora da qualche mese sul piano tecnico, ha fatto meglio con 5,90 all’aperto e 5,82 in sala. È un salto che vale lo standard di iscrizione per i Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre), fissato a 5,71, oltre a confermare quello per gli Europei indoor di Glasgow (1-3 marzo) che aveva già centrato al debutto, e il sesto posto nelle liste continentali dell’anno. Poi il figlio d’arte fiorentino (papà Gianni è stato recordman nazionale con 5,60) non si accontenta e va all’assalto del primato italiano indoor (5,82) mancando l’impresa di un soffio al terzo tentativo a 5,85. La gara prosegue con una quarta prova a 5,85 nello spareggio per decidere il vincitore tra Stecchi, l’australiano Kurtis Marschall e il polacco Piotr Lisek, tutti appaiati fino a quel momento. L’azzurro sbaglia più nettamente rispetto al precedente tentativo e poi decide di fermarsi, mentre Lisek supera 5,75 e conquista il successo, con Stecchi e Marschall secondi a pari merito.