Atletica – Assoluti indoor di Ancona, Vicenzino quarta italiana di sempre nel lungo

SportFair

Ad Ancona la lunghista migliora dopo dieci anni il personale indoor ed è la quarta italiana di sempre. Sui 3000 di marcia 12:23.15 dell’azzurra. Ostacoli a Bogliolo (PB 8.10) e Perini (7.75)

Bella seconda giornata di gare ai Campionati Italiani Assoluti indoor di Ancona. Il risultato copertina è il 6,60 ottenuto nel salto in lungo da Tania Vicenzino (Esercito), misura che vale l’ottava posizione nella lista mondiale dell’anno e la quarta in quella nazionale di tutti i tempi. Secondo posto per Laura Strati (Atl. Vicentina), anche lei planata lontana nella sabbia, a 6,49. Senza difficoltà la marcia sui 3000 di Antonella Palmisano (Fiamme Gialle), vincitrice in 12:23.15, imitata al maschile (gara sui 5000) dal compagno di allenamento Francesco Fortunato (Fiamme Gialle), 18:47.63. Notevole progresso nei 60hs per Luminosa Bogliolo (Cus Genova), che si aggiudica la maglia di campionessa d’Italia con il personale portato a 8.10, quattro centesimi meglio di quanto fatto due settimane fa nel meeting di Mondeville; al maschile, titolo per Lorenzo Perini (Aeronautica) 7.75. Sfida equilibrata nel lungo maschile: la risolve all’ultimo salto Kevin Ojiaku (Fiamme Gialle), che pareggia il 7,87 di Antonino Trio (Athletic Club 96 Alperia) ma si aggiudica la gara per un secondo miglior salto inferiore di un solo centimetro. Completano il quadro le vittorie di Alessandro Sinno (Aeronautica) nell’asta (5,40), Giulia Aprile (Esercito) nei 1500 metri (4:18.13), Enrico Riccobon (Atl. Brugnera Friulintagli) nei 1500 (3:44.97), Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) nel peso (15,72) per il suo 24esimo titolo italiano in carriera. Nelle batterie dei 400 metri, spicca il 47.00 di Michele Tricca (Fiamme Gialle) e tra le donne la migliore nel primo round è Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) con 53.83. Domani terza e ultima giornata di gare, si assegnano gli ultimi 14 titoli tricolore della rassegna.

 

LUNGO: VICENZINO 6,60 – Due volte a 6,60, un’altra a 6,55. Gioia pura per Tania Vicenzino (Esercito) che dopo dieci anni torna a migliorarsi nel lungo indoor e colleziona l’undicesimo titolo in bacheca. Ci riesce con tre salti che superano o pareggiano quel 6,55 che resisteva dal 2009 e che vanno al di là dello standard d’iscrizione per gli Europei indoor di Glasgow fissato a 6,50. La migliore prestazione di oggi la colloca all’ottavo posto delle liste mondiali ed europee stagionali, e la fanno salire al quarto posto delle liste azzurre alltime. “Sono molto molto molto contenta del mio risultato – dice euforica la 32enne friulana – è stata una stagione particolare perché ho inserito nella mia routine anche il bob. Non ci avrei mai pensato: il freddo non è il mio ambiente ideale. È divertente e mi ha fatto bene, mi ha fatto scattare qualcosa che mi mancava”. Vicenzino s’impone nel duello annunciato con Laura Strati (Atl. Vicentina) capace oggi di 6,49, mentre il terzo gradino del podio è per la campionessa italiana promesse Chiara Proverbio (Osa Saronno) con 6,00.